La regione Umbria: equilibro tra uomo e natura

La regione Umbria: equilibro tra uomo e natura

La regione Umbria rappresenta il cuore verde dell’Italia. Le sue coloratissime campagne ondulate e i verdi e rigogliosi boschi creano un paesaggio da favola che incanta i numerosi visitatori e che rende gli abitanti di questa regione saldamente legati alla propria terra. Il turismo rappresenta una delle risorse maggiori ed è ancora in via di sviluppo, grazie alla ricchissima varietà di offerte che spaziano dal richiamo paesaggistico, alle testimonianze storiche, artistiche e culturali, fino ai grandi centri di preghiera e religiosità. Dei 2 milioni di turisti che visitano l’Umbria ogni anno, circa un terzo sono stranieri; tutti sono attirati dallo splendore e dalle ricchezze di questa terra che trae la propria forza da un profondo equilibrio uomo-natura.

Storia architettonica, religiosa e paesaggistica della regione Umbria

La regione Umbria: equilibrio tra uomo e natura

Piazza di Perugia

Ogni paese, borgo o piazza racconta una storia millenaria testimoniata da opere artistiche e monumenti risalenti alle antiche culture che hanno forgiato la regione. Così, accanto a reperti umbri e a costruzioni etrusche e romane, si possono vedere costruzioni longobarde e splendidi edifici di età rinascimentale. La stessa Perugia, presenta ancora mura e necropoli etrusche ed è impreziosita da splendidi edifici medievali fra i quali spicca il Palazzo dei Priori con le sale affrescate dal Perugino. La Piazza del IV Novembre, con la grandiosa Fontana Maggiore, è una delle più belle d’Italia.

Ma tutta la regione presenta meraviglie architettoniche ed artistiche disseminate in ogni luogo; famose nel mondo sono Gubbio, Todi, Spoleto e Città di Castello. La notevole importanza storica di Orvieto è testimoniata da vari edifici papali e nobiliari e da un gioiello dell’architettura religiosa: il Duomo, che può essere definito a ragione il massimo capolavoro del Medioevo italiano ed europeo. Nella cittadina, è possibile visitare anche l’interessante e coinvolgente pozzo di San Patrizio, un vera e propria opera d’ingegno che fu realizzata per rifornire di acqua la rocca dell’Albornoz, in caso di assedio o conflitto.

Indimenticabile è anche la visita di Assisi, città natale di San Francesco e di Santa Chiara e culla della cristianità moderna. I numerosi pellegrini ripercorrono qui le vie dei santi e possono ammirare delle opere di grande significato religioso ed artistico, come la Chiesetta della Porziuncola all’interno della Basilica di Santa Maria degli Angeli, la Basilica di San Francesco e la Chiesa di Santa Maria, costruita all’interno di un tempio romano perfettamente conservato e risalente al I Secolo avanti Cristo.

La regione Umbria: equilibrio tra uomo e natura

Cascata delle Marmore

Anche la città di Terni, motore industriale dell’Umbria, è ricca di edifici di notevole pregio, come le Chiese di San Francesco e di San Salvatore. Nei suoi pressi, è possibile vedere la spettacolare Cascata delle Marmore, la cascata più alta d’Europa con i suoi 165 metri di dislivello in tre salti. Qui la natura è particolarmente viva e rigogliosa e si manifesta con tutta la sua forza facendo da contraltare a quelle oasi di pace che sono le Fonti del Clitunno tra Foligno e Spoleto o le vette del Parco dei monti Sibillini.

La regione Umbria è ottima da visitare in qualsiasi stagione, poiché offre mete turistiche adatte a chiunque voglia programmare sia una breve vacanza o gita fuori porta, ma anche chi desidera visitarla per un periodo più prolungato. Inoltre, la sua posizione geografica, nel cuore dell’italia, permette ai turisti di visitare anche regioni confinanti, come le Marche, la Toscana e il Lazio.


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  La regione Umbria: equilibro tra uomo e natura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *