Curiosità sulla Corsica che ti faranno venire voglia di visitarla

thumb image

Chi non è mai stato in Corsica non può immaginare quanto sia incredibile questa terra. Tutti dovrebbero visitarla almeno una volta nella vita perché è un’isola che cela storia, cultura e ambienti genuini che la rendono una delle migliori destinazioni per le tue vacanze. In questo articolo ti parleremo delle curiosità della Corsica che la rendono unica per cui consulta subito l’elenco traghetti Santa Teresa di Gallura Bonifacio con orari e prezzi e prenota la tua vacanza alla prima occasione possibile. Sicuramente non te ne pentirai.

Che lingua si parla in Corsica?

Non si parla francese e non si parla il sardo ma neanche l’italiano. La lingua corsa è un mix di tutto questo senza contare le influenze che provengono dal Toscano medievale e da quello ligure, dialetti che ne hanno fortemente caratterizzato le sonorità e la terminologia. Il Corso è una lingua parlata da oltre centomila persone ed è riconosciuta come lingua regionale dello stato francese. Questa lingua è anche conosciuta al nord della Sardegna, per ovvie e storiche motivazioni commerciali. Tuttavia noterete che cognomi e toponomastica hanno un aspetto piuttosto italiano. Questo deriva da ragioni storiche per cui la Corsica è stata legata all’Italia per poi passare sotto il dominio francese.

La bandiera NON è simile a quella sarda… o forse sì?

Una cosa che non piace molto ai corsi è quella di essere assimilati ai sardi. Non vi è alcuna rivalità tra di loro ma è chiaro che la Corsica è orgogliosa del suo passato tanto quanto lo è la Sardegna. Questa somiglianza viene spesso causata dal fatto che la bandiera corsa sia caratterizzata dalla Testa Mora ed è simbolo di libertà. Essa comparve per la prima volta nel 1755 grazie a Pasquale Poli modificando la precedente bandiera che raffigurava il moro bendato. Il generale Poli rimosse la benda per simboleggiare la ritrovata liberazione dell’isola e da allora divenne la bandiera ufficiale.

Pianifica bene le distanze

Una cosa che spesso i turisti riferiscono della Corsica è che si sono ritrovati ad aver pianificato male le distanze per visitare tutte le tappe fissate per la vacanza. Difatti la Corsica è caratterizzata da strade con numerose curve che salgono e scendono allungando di molto tempo le percorrenze tra una meta e l’altra. Per questo se ti sposterai in macchina assicurati di calcolare bene le distanze e goditi il paesaggio tortuoso e panoramico che rivela ad ogni chilometro degli scorci mozzafiato.

Mucche in spiaggia? Solo in Corsica

Un terzo della Corsica è ricoperto dal verde e questo significa che l’isola è abitata per soli due terzi. Inoltre durante il periodo dell’anno questa arriva a svuotarsi ulteriormente ed è per questo che troverai molto di frequente animali selvaggi al pascolo. Tra questi ci sono sicuramente le mucche che girano indisturbate per l’isola ruminando e godendo del clima mite e piacevole. Se ti capiterà di visitare la spiaggia di Rondinara rimarrai piuttosto sorpreso nello scoprire che sulla sabbia fine e bianca e nelle acque trasparenti si aggirano branchi di mucche pacifiche assieme ai bagnanti. Questa caratteristica ha reso la spiaggia di Rondinara famosa in tutto il mondo per cui le mucche sono diventate le vere star internazionali del posto.

CONDIVIDI SU: