Felsenmeer, il “mare di rocce” della Germania

thumb image

Fra leggenda e geologia, ecco la storia di questa suggestiva area naturale situata nello stato federale dell’Assia, a due passi da Francoforte.

Nel bellissimo parco naturale dell’Odenwald, il Felsenmeer è uno dei luoghi da non perdere. A pochi chilometri dalle città di Heppenheim e Bensheim, su un monte che s’innalza per poco più di 500 metri, ricoperto da una foresta di faggi secolari, si trova una ripida colata di pietre di tutte le forme e dimensioni. Il monte lo si può scalare direttamente dalla pietraia (con grande divertimento dei più piccoli!) oppure percorrendo i vari sentieri che costeggiano e attraversano questo “mare di rocce” (dal tedesco Felsenmeer).

Per circa un chilometro, imponenti massi rotondi scendono dal monte roccioso come un ruscello di pietra. C’è davvero un gigante sepolto sotto queste rocce? Oppure l’impressionante panorama è il risultato della fusione di grandi continenti primitivi e di milioni di anni di attività vulcanica? E che ruolo hanno avuto il clima tropicale e le successive ere glaciali?

Quel che è certo è che quest’area, 60 chilometri a sud di Francoforte, è un misterioso paesaggio naturale e culturale oltre che un gigantesco parco giochi avventura.

Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)

Il Felsenmeer, che fa parte dell’area geologica naturale BergstraßeOdenwald, sito Unesco dal 2015, è il risultato di processi geologici durati più di 300 milioni di anni. “Tutto ha avuto inizio con una collisione di continenti: lungo i punti di contatto la roccia si è fusa ed è riaffiorata sotto forma di magma per poi raffreddarsi nella montagna sovrastante, come pietra granitica – spiega Marco Kollbacher, geologo e guida del Felsenmeer Zentrum – Durante l’occupazione romana in questa zona si è sviluppata una vera e propria industria di lavorazione della pietra, motivo per cui nella foresta ancora oggi si possono trovare sparsi più di 300 blocchi di pietra parzialmente lavorati come la famosa “colonna gigante” del IV secolo d.C., 9 metri di lunghezza e più di 27 tonnellate di peso. Un’altra traccia della tecnica di lavorazione del periodo romano la si può osservare nella cosiddetta “piramide”, un masso scolpito con la tipica forma piramidale”.

Il centro informazioni situato all’ingresso del Felsenmeer offre interessanti informazioni sulla geologia del territorio, sulle attività lavorative dei romani e sulla trasformazione delle pietre naturali in una risorsa di produzione oltre a tramandare le leggende di questo luogo. Si narra infatti che tantissimi anni fa, nei boschi oggi conosciuti come Odenwald, vivessero due giganti: uno sul Felsberg e l’altro in cima all’Hohenstein. Un giorno i due iniziarono a litigare lanciandosi dei sassi. Il gigante di Hohenstein, che aveva a disposizione più massi, finì col vincere lo scontro sotterrando il rivale proprio sotto una montagna di rocce: il Felsenmeer.

Ingresso parco (Foto © Sonja Vietto Ramus)

Adagiato nel mezzo della catena montuosa dell’Odenwald, questo parco di roccia è uno dei più grandi del suo genere, meta perfetta per andare alla scoperta di geologia e storia ma anche per mettersi alla prova arrampicandosi fra i sassi. Anche quando nei fine settimana o durante le vacanze i visitatori affollano questo luogo, si riesce a immergersi nella natura più selvaggia del luogo. Il paesaggio, suggestivo in ogni stagione dell’anno, lo è soprattutto in autunno quando le nebbie abbracciano i massi e le foglie dorate sono ancora sugli alberi. Se ai più piccoli (ma non solo) piace scalare i sassi, chi preferisce una passeggiata meno impegnativa ma altrettanto emozionante può percorrere i sentieri sterrati che affiancano l’area rocciosa e si inerpicano sino in cima. Per gli escursionisti inoltre il Felsenmeer è anche parte di due sentieri, il Nibelungensteig e l’Alemannenweg che si snodano per oltre 130 km.  Buon divertimento!

Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)
Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)
Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)
Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)
Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)
Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)
Felsenmeer (Foto © Sonja Vietto Ramus)

Info www.felsenmeer-zentrum.de

RIMANIAMO IN CONTATTO!

Iscriviti alla newsletter e ti aggiorneremo con le ultime novità 😎

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

CONDIVIDI SU:
 
  • Servizi web marketing turistico
  • Gestiamo il tuo blog
  • Gazzetta del Gusto
 

I nostri Partner

Portale Booking Partner
La Gazzetta del Gusto
CiaoUmbria
BolognaBO
Web Agency Food & Travel
Partner Traghetti Lines
Noleggio barche Lipari Isole Eolie
Eolie Solution Case Vacanze Isole Eolie