Baia delle Zagare

thumb image

Un tuffo nelle acque della scenografica baia del Gargano

Baia delle Zagare è una famosa località marittima sul Gargano che si trova a 15 km da Mattinata, piccolo paesino in provincia di Foggia. Si suddivide in tre spiagge di acque cristalline che hanno conseguito il punteggio di 3 vele di Legambiente e che ogni anno attirano numerosi turisti.

Già il nome di questa baia è evocativo e poetico perché rimanda ai tanti fiori d’arancio che sbocciano in quest’area, chiamati “zagare”, appunto. La baia è anche conosciuta come Baia dei Mergoli proprio perché qui si può udire il cinguettio di molti passeri e merli.

Cosa fare a Baia delle Zagare

Mare e relax sono tutto ciò che Baia delle Zagare può offrire agli avventori: due delle tre spiagge sono accessibili tramite un panoramico ascensore in vetro di un albergo di lusso che, per i propri ospiti, attrezza il lido con lettini, ombrelloni e docce. Il numero di bagnanti che può accedere alle due spiagge è limitato e, per farlo, dovrà ottenere un pass giornaliero dal comune di Mattinata.

La terza spiaggia, invece, quella più a Nord, è aperta a tutti anche se è preferibile raggiungerla noleggiando un gommone o una barca, attività comunque consigliata per potersi gustare la vista dell’intera costa, un susseguirsi di spiagge, spiaggette e grotte come la Grotta Rossa, la Grotta di Chiancaliscia e quella dei Pipistrelli.

In questo tratto di costa si possono anche ammirare i maestosi Faraglioni, due scogli imponenti che sovrastano le acque, piazzati lì da tantissimi secoli e che devono le loro caratteristiche forme all’azione dell’acqua e del vento; il nome del più grande dei due è molto calzante, Arco di Diomede o Arco Magico, proprio per la sua forma ad arco e perché si racconta che nuotarci in mezzo porti fortuna.

Cosa visitare nei dintorni di Baia delle Zagare

Dopo un’intensa giornata passata al mare a Baia delle Zagare, ci si può godere una serata tranquilla nel centro storico di Mattinata, un ridente paesino che con i suoi locali e ristoranti di cucina tipica è pronto ad accogliere i turisti che potranno partecipare ai diversi eventi che si svolgono qui come la Festa Patronale dedicata a Santa Maria della Luce tra il 14 e il 16 settembre, quando la città si veste a festa con luminarie, musica e fuochi d’artificio.

Per tutti gli amanti dell’archeologia e del passato, a poca distanza da Mattinata è tutta da esplorare la zona del Monte Saraceno dove sono state rinvenute 500 tombe nella Necropoli. Per arrivarci c’è un apposito itinerario a piedi al cui culmine ci si potrà gustare la vista sul mare e su tutta la costa.

Ancora, a Monte Sacro si potrà ammirare l’Abbazia della Santissima Trinità dove si racconta che l’Arcangelo San Michele apparve al vescovo di Siponto, Lorenzo Maiorano.

CONDIVIDI SU: