Il Borgo di Bard in Valle d’Aosta

thumb image

Alla scoperta del Borgo di Bard, uno dei più piccoli paesi d’Italia fra storia e natura

Bard è un borgo medioevale in Valle d’Aosta, annoverato fra i più belli d’Italia, molto caratteristico e custode di edifici antichi tutti da ammirare, eredità di un passato ricco durante il quale diverse civiltà si sono avvicendate nei secoli.

Infatti, pur essendo il paese più piccolo d’Italia e nonostante oggi ospiti solo poco più di cento abitanti, in tempi passati la sua posizione lo ha reso il posto ideale per tante attività commerciali e militari.

Il suo nome rimanda al termine celtico “bar” che indica un luogo fortificato  come appunto lo è la rocca difensiva del borgo; ma Bard deriva anche dal termine francese “bar” che indica una specie di pesce di acqua dolce, il bardo, che è raffigurato sullo stemma.

Cosa vedere nel Borgo di Bard

Quando si raggiunge il borgo di Bard, è d’obbligo una visita al Forte omonimo, una fortezza costruita nel XIX secolo dalla famiglia Savoia su un edificio preesistente di epoca medioevale; è stato restaurato di recente e riaperto al pubblico nel 2006 ed oggi divenuto un polo culturale. Il Forte si compone di tre corpi principali, l’Opera Ferdinando che si trova in basso, l’Opera Vittorio in mezzo mentre in alto l’Opera Carlo Alberto che ospita il cortile quadrangolare della Piazza d’Armi dove si svolgono diverse mostre temporanee.

All’interno del Forte, si possono visitare il Museo delle Alpi e le Prigioni, 24 celle che hanno ospitato migliaia di prigionieri, dove si potrà rivivere, attraverso degli opportuni percorsi tematici multimediali, la storia delle fortezza o simulare l’ascensione al Monte Bianco attraverso il percorso le “Alpi dei Ragazzi”.

Anche il centro storico di Bard merita una visita per i suoi edifici del XIV e XV secolo come la Casa del Vescovo, la Casa della Meridiana e la Casa Valperga. Ancora, il palazzo appartenente alla famiglia nobiliare dei conti Nicole con le sue fontane, archi e persino dei fori che testimoniano l’assedio da parte di Napoleone e gli spari del suo esercito oppure la Casa Challant.

Non mancano le chiese come quella dell’XII secolo (ristrutturata nel XIX secolo) dedicata all’assunzione di Maria.

Cosa fare nel a Bard

Oltre a visitare il Forte e gli altri edifici storici del bellissimo borgo di Bard, tutti gli amanti della natura potranno qui fare lunghe passeggiate attraverso i percorsi e gli itinerari segnalati che partono proprio dalla fortezza e che permettono di ammirare il territorio circostante.

Ancora, si potrà visitare il geosito di Bard e ammirare ciò che i diversi fenomeni geologici hanno creato nel corso del tempo come ad esempio le Marmitte dei giganti, delle formazioni che testimoniano quanto l’azione dell’antico ghiacciaio Balteo ha prodotto nei secoli o, ancora, i rinvenimenti di arte rupestre delle prime civiltà qui insediatesi.

CONDIVIDI SU: