Settembre nel Chianti Classico: viviamo l’esperienza della vendemmia!

thumb image

Il Castello di Fonterutoli, nel cuore della Toscana, offre tutto quello che serve per una vacanza all’insegna della natura e dell’enogastronomia. Da settembre, inoltre, parte il Vendemmia wine tour e il corso di cucina “Le ricette della Vendemmia”. Siete pronti a prenotare?

Passeggiate tra le vigne, visite in cantina, scoperta di borghi fantastici e grande cucina accompagnata da vini rinomati. Non è un segreto che il mese di Settembre nel Chianti Classico offra un’esperienza che incanta ma, se partecipassimo alla vendemmia di un’importante azienda? Continuate a leggere e vi spiegherò tutto!

La vendemmia nel Chianti Classico  

Nel periodo dell’anno in cui l’uva intraprende quel percorso magico che la trasforma nel nettare di Bacco, l’aria si riempie del profumo del mosto e le cantine del Chianti Classico accolgono i visitatori rendendoli partecipi di un rituale di festa che si ripete quasi immutato da migliaia di anni.

Il lavoro tra le vigne è faticoso ma suggestivo, per intere giornate si scelgono e si tagliano i grappoli migliori, si adagiano nelle ceste, si collabora con gli altri nella consapevolezza che, da quegli sforzi, nasceranno calici ricchi di piacere. Se non avete mai provato vi consiglio di farlo!

Se poi questa esperienza si svolge presso una storica famiglia dedita al vino di qualità, in una struttura ricettiva elegante e, romatica allora tutto diventa indimenticabile. Un esempio è il percorso offerto dal Castello di Fonterutoli, in provincia di Siena, che ho scoperto in uno dei miei viaggi da “Cronista d’Assaggio”.

Settembre nel Chianti Classico al Castello di Fonterutoli

Settembre nel Chianti Classico al Castello di Fonterutoli
Il momento della vendemmia al Castello di Fonterutoli (Foto © Ufficio stampa).

Il Castello di Fonterutoli – della Famiglia Mazzei – si trova nel cuore del Chianti Classico e unisce, all’ospitalità e a un ristorante sopraffino, la possibilità di partecipare alla vendemmia e visitare la cantina dell’azienda vitivinicola. Dal borgo medioevale in cui è incastonata la proprietà, inoltre, si possono fare passeggiate nella natura, a piedi, a cavallo o in bicicletta.

Da settembre, l’azienda organizza tour nei vigneti per scoprire i segreti della vendemmia, lezioni di cucina con ricette dedicate proprio al vino e visite ai borghi di Gaiole, Castellina, Radda e Greve.

Appartamento e camere in borgo

Da Fonterutoli si possono raggiungere agevolmente anche altre località regionali, da Siena (a 15 minuti) a Firenze (a 45 minuti) fino a Volterra, San Gimignano e Pienza.

Eleganza, raffinatezza e altissimo profilo nei servizi offerti: sono i caratteri distintivi del B&B Castello di Fonterutoli che, con i suoi 5 appartamenti e le 17 camere ubicate in diverse zone del piccolo borgo, vi portano in un’atmosfera di altri tempi che fa dimenticare lo stress delle città. Ma non lasciatevi ingannare da tanta raffinatezza, il servizio è tanto professionale e cordiale da non metetre l’ospite in soggezione!

La Cantina: il sogno di ogni wine lover

Cantina Castello Fonterutoli in Chianti Classico
La cantina realizzata da Agnese Mazzei (Foto © Ufficio stampa).

Con i suoi tre livelli di profondità e una barricaia con oltre 3000 fusti di rovere, la cantina realizzata da Agnese Mazzei è talmente spettacolare che vi lascerà a bocca aperta, almeno fino a quando non proverete il piacere di degustare i loro vini.

Dovete sapere che questa cantina fa parte di Toscana Wine Architecture, un circuito di 14 cantine d’autore e di design, firmate dai grandi maestri dell’architettura contemporanea.

Osteria di Fonterutoli: cucina toscana d’autore

Gazebo dedicati, dehors e un’ampia terrazza in mezzo a ulivi e vigneti, sono il contesto in cui provare la cucina toscana di Lorenzo Baldacci, chef dell’Osteria di Fonterutoli.

Settembre nel Chianti Classico: partecipiamo alla vendemmia
L’Osteria di Fonterutoli con la cucina dello chef Lorenzo Baldacci (Foto © Ufficio stampa).

Un percorso gastronomico improntato alla territorialità, stagionalità e alla valorizzazione dei piatti tradizionali tra cui la selvaggina di zona, il tutto in abbinamento ai vini di Castello di Fonterutoli.

Per un pranzo veloce e più informale o per un aperitivo, invece, potete scegliere anche  la Società Orchestrale di Fonterutoli.

Se volete prenotare oppure semplici informazioni fate riferimento al sito www.mazzei.it. Chissà…magari ci incontreremo proprio tra le vigne!

CONDIVIDI SU: