Il Turismo post Covid-19

thumb image

I nuovi scenari e le idee per rilanciare il turismo dopo il Coronavirus

L’epidemia da Coronavirus sta mettendo a dura prova l’economia italiana e soprattutto i settori del turismo e della cultura che rappresentano circa il 20% del PIL italiano.

Data la preoccupazione per le forti perdite che si sono avute e si stanno avendo per via dell’emergenza, si stanno cercando idee e possibilità per rilanciare il Turismo post Covid-19.

Il futuro del Turismo post Covid-19

Secondo il Ministro Dario Franceschini la strada da seguire è quella di valorizzare un turismo di prossimità puntando su borghi, cammini e treni storici piuttosto che su mete molto affollate e turistiche, questo come misura preventiva per evitare possibili affollamenti di persone.

Il Turismo post Covid-19 sarà prevalentemente alimentato da cittadini italiani (dato che è probabile che l’apertura ai cittadini stranieri ci sarà solo nel 2021), molti dei quali preferiranno non spostarsi per la paura che il virus ha purtroppo generato.

A riguardo, il Premier Conte ha rassicurato che quest’estate gli italiani non staranno al balcone e le bellezze dell’Italia non rimarranno in quarantena ma si potrà andare al mare, in montagna o in giro per le città, seppur rispettando le regole e con le dovute cautele per garantire la sicurezza di tutti.

Quindi, l’obiettivo dell’Italia deve essere incentrato sulle parole chiave “sicurezza”, “igiene” e “distanza sociale” con l’obiettivo di infondere nuova fiducia negli italiani che, alla fine del lockdown, vorranno sentirsi sicuri prima di preparare i bagagli e partire per una vacanza nel territorio nazionale.

D’altronde si stima che il 20% degli italiani è pronto a concedersi una vacanza dopo lo stress causato dal virus e dalla quarantena e dunque si dovrà puntare proprio su questi per rilanciare il settore del turismo perché, purtroppo, un restante 50% si dice poco fiducioso a progettare nell’immediato una vacanza sia perché ancora spaventato dal virus sia per le perdite economiche che questo periodo sta comportando.

Le iniziative per il Turismo post Covid-19

Sono diversi i comuni e le regioni che stanno avanzando delle proposte per incentivare il Turismo post Covid-19 nelle proprie zone: l’idea della Sicilia, esposta dall’Assessore al Turismo Manlio Messina,è quella di pagare al turista una notte in albergo se ne prenota almeno tre.

La Regione Puglia invece sta cercando una strada per fare in modo che vengano comunque svolte in sicurezza sagre e feste popolari sia per salvaguardare le tradizioni sia per attirare i turisti che sono molto interessati a questo genere di eventi. L’Assessore al Turismo Loredana Capone ha spiegato che, insieme al professore Pierluigi Lopalco, si sta progettando un “manuale di sicurezza” che permetta di svolgere comunque questi eventi senza creare assembramenti.

Anche le strutture ricettive dovranno pensare a delle offerte più vantaggiose per attirare i clienti, puntando sulla leva del prezzo (ovviamente aiutati da misure di sostegno da parte del Governo per fronteggiare la crisi).

CONDIVIDI SU: