Museo Musaba: un cammino a cielo aperto tra arte e paesaggio

thumb image

Immerso nella rigogliosa campagna calabrese, il Museo di Musaba rappresenta un capitolo a parte nella
narrazione dell’arte contemporanea italiana. Il progetto Musaba è stato fondato da Nik Spatari e Hiske
Maas nel 1969 per essere un ente indipendente e no profit di pubblico interesse, dove l’arte si sposa con
l’ambiente naturale, creando un dialogo unico tra opere umane e paesaggio, valorizzando il patrimonio
artistico, architettonico e archeologico che si è creato negli anni. In questo spazio senza eguali, visitatori
da ogni dove sono invitati a intraprendere un viaggio artistico ed emozionale, tra le più di 2000 opere che
sono state raccolte dagli anni ’40 ad oggi, dove la creatività non conosce confini e ogni angolo riserva
una sorpresa inaspettata.

La visione futuristica del Museo Musaba

Il Museo Musaba non è solo una galleria d’arte; è il risultato di una visione, quella di trasformare un
antico casale e le terre circostanti in un’opera d’arte vivente. Dal 1969, Spatari e Maas hanno dedicato la
loro vita a questo progetto, riconvertendo l’area in un Parco-Museo-Laboratorio VIVO nel perfetto
equilibrio tra opera d’arte e ambiente con opere monumentali site-specific, giardini ed orti mediterranei,
dove la sperimentazione artistica incontra la cultura mediterranea. Ogni installazione, scultura e dipinto
narra una parte di questa visione, rendendo il Musaba un’esperienza in continuo divenire.

Una passeggiata tra le enormi opere del Musaba

Il Museo di Musaba ospita un insieme eclettico di opere che spaziano da gigantesche sculture esterne a
delicate installazioni interne. L’arte di Spatari, influenzata dal suo apprendistato con Picasso e Guttuso,
risuona attraverso il museo, nelle opere più celebri quali Il Sogno di Giacobbe, realizzato da Nik Spatari
nel 1990-94 e dedicato a Campanella e a Michelangelo, “l’astronauta della Sistina”. Un’opera lunga 14
metri, larga 6, alta 9, che si estende nell’abside e nella volta, dell’ex chiesa di Santa Barbara. La
collaborazione con altri artisti ha introdotto una varietà di voci e stili. Ogni percorso nel museo è
un’avventura, un passo in un mondo dove l’arte si fonde con la natura, creando paesaggi surreali e
inaspettati.

Crescita personale ed esperienze artistiche al Musaba

Musaba non è solo un museo da visitare, ma anche un luogo dove apprendere e creare. Con una forte
vocazione educativa, il museo organizza workshop e corsi che permettono a studenti e appassionati di
immergersi nell’arte. Dalla pittura alla scultura, dai laboratori di ceramica ai corsi di design, il Musaba è
un terreno fertile per la crescita personale e artistica, sotto la guida di maestri artigiani e rinomati artisti.

Gli eventi del Musaba

Il calendario del Museo Musaba è costantemente arricchito da eventi culturali che spaziano dalle
esposizioni temporanee a performance dal vivo. Concerti, incontri letterari e conferenze tematiche si
susseguono in questo teatro all’aperto, dove l’arte contemporanea dialoga con le espressioni culturali
tradizionali, dando vita a un polo culturale dinamico e sempre attuale.

Il parco mediterraneo ricco di arte e cultura

Oltre alle opere d’arte, il Musaba è anche custode di un vasto parco botanico, che esalta la biodiversità
della flora mediterranea. Sentieri serpeggianti tra le opere d’arte guidano il visitatore in un’esplorazione
sensoriale, dove la profumata macchia mediterranea si unisce alle visioni artistiche, creando un’esperienza
multisensoriale unica.

I metodi per arrivare al Museo Musaba

Il Museo Musaba si trova nel cuore della Calabria, nella Vallata del Torbido a sud est del centro abitato di
Mammola, ed è raggiungibile:

  • In Auto: L’accesso più comodo è con l’automobile. Seguendo l’Autostrada A3 Salerno-Reggio
    Calabria, si prende l’uscita di Rosarno e si prosegue sulla strada statale 682 Jonio-Tirreno
    seguendo le indicazioni per Mammola.
  • In Treno: La stazione ferroviaria più vicina è Rosarno, da cui è possibile prendere un autobus o
    un taxi per raggiungere il museo.
  • In Aereo: Gli aeroporti più vicini sono quelli di Reggio Calabria e Lamezia Terme. Dall’aeroporto,
    si può noleggiare un’auto o utilizzare i servizi di trasporto pubblico disponibili per raggiungere il
    museo.
  • In Bus: Diverse linee di autobus collegano le maggiori città della Calabria con la zona di
    Mammola, e da lì si può prendere un taxi fino al Museo di Musaba.
Museo Musaba – Mosaico monumentale (Foto © Museo Musaba)
Museo Musaba – Nik Spatari mosaico chiostro foresteria (Foto © Museo Musaba)
Museo Musaba – particolare Mosaico (Foto © Museo Musaba)
Museo Musaba – Foresteria (Foto © Museo Musaba)
Museo Musaba – Sogno Giacobbe (Foto © Museo Musaba)

RIMANIAMO IN CONTATTO!

Iscriviti alla newsletter e ti aggiorneremo con le ultime novità 😎

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

CONDIVIDI SU:
 
  • Servizi web marketing turistico
  • Gazzetta del Gusto
  • Gestiamo il tuo blog
 

I nostri Partner

Portale Booking Partner
La Gazzetta del Gusto
CiaoUmbria
BolognaBO
Web Agency Food & Travel
Partner Traghetti Lines
Noleggio barche Lipari Isole Eolie
Eolie Solution Case Vacanze Isole Eolie