Monti Sibillini: la ripresa punta anche sul turismo silver

thumb image

Le comunità marchigiane delle aree colpite dal terremoto del 2016 non si arrendono alle difficoltà della ripresa e, tra i tanti progetti, uno punta sugli anziani  

Il territorio dei Monti Sibillini è stato uno degli epicentri del terremoto che, nell’agosto del 2016, ha colpito l’Italia centrale ma, a distanza di quattro anni, la ripresa appare ancora lenta e difficile.

Sono stati diversi i progetti che la Regione Marche ha finanziato con i fondi della Programmazione 2014-2020, destinati a rilanciare l’area e attrarre turismo e opportunità. Uno di questi è “La terra che cura” che ha intravisto nel benessere delle persone anziane (residenti e visitatori) un’opportunità e un volano per superare la crisi.

La terra che cura: una sinergia tra pubblico e sociale

L’iniziativa rientra tra i 19 progetti che hanno beneficiato delle risorse aggiuntive per la ricostruzione delle zone delle Marche colpite dal sisma, assegnate attraverso un bando che ha sollecitato le cooperative sociali ad elaborare progetti innovativi per fronteggiare le emergenze del territorio e creare servizi esportabili anche in altri contesti.

Il turismo silver tra gli strumenti di rilancio dei Sibillini

La maggior parte dei movimenti tesi a migliorare una situazione economica o creare opportunità su un territorio in difficoltà si focalizza sui giovani, considerati quelli che hanno nelle mani il futuro. Tuttavia, esiste una popolazione di anziani che rappresenta un patrimonio inestimabile di conoscenza ed esperienza, saggezza e tradizione, che può essere sfruttato per ripartire con maggiore consapevolezza e per non commettere errori del passato.

È proprio questo il concetto alla base de “La terra che cura”, portato avanti dall’impresa sociale Wega, capofila del progetto, con la cooperativa sociale “Eureka” e “La Sorgente”. Il focus è la valorizzazione del patrimonio culturale e ambientale dei Monti Sibillini come leva per il rilancio dei territori colpiti dal sisma, nell’ambito dell’Unione montana dei Sibillini (Ascoli Piceno e Fermo) e dell’area fermana del cratere.

«Lo abbiamo chiamato “La terra che cura” – spiega Domenico Baratto, presidente di Wega, perché vogliamo mostrare l’altra faccia di queste zone terremotate: non una terra da cui fuggire, ma che lenisce le ansie e le paure della società contemporanea».

Le iniziative in programma

Monti Sibillini: la ripresa punta anche sul turismo silver
Monti Sibillini: la ripresa punta anche sul turismo silver (Foto © Canva).

Gli sforzi mireranno ad incentivare il turismo silver, ossia quello delle persone con oltre 65 anni, ma anche a migliorare la qualità della vita degli anziani residenti.

Le attività previste spaziano dalla creazione di contenuti digitali al coinvolgimento degli anziani residenti nel trasferimento del “sapere”, dalla promozione delle attività turistiche all’attivazione di una rete di servizi come il Taxi sociale gratuito, da progetti per promuovere il benessere psico-fisico a contatto della natura (“Giardino che cura”) alla creazione di una guida sui Monti Sibillini e di un bollino di qualità.

Tra gli eventi, sarà allestito il festival “Ascoltare per crescere”, con un ricco calendario di appuntamenti live streaming con giornalisti nazionali.

Calendario degli appuntamenti streaming

Dal 31 luglio scorso, in diretta streaming sulla pagina Facebook e sul canale YouTube di Wega Formazione, sono previsti una serie di interventi interessanti che proseguiranno fino al 2 ottobre. Imprenditori del territorio, giornalisti, studiosi e manager saranno protagonisti di interviste e dibattiti.

7 agosto – Montappone (FM) – h 21.30

Raffaele Vitali (direttore laprovinciadifermo.com) intervista Emanuele Frontoni (docente computer vision) e Roberto Tallei (corrispondente Sky TG24 da Bruxelles)

21 agosto – Montefortino (FM) – h 21.30

Vincenzo Varagona (vice caporedattore Rai Marche) intervista Marco Tarquinio (Direttore di Avvenire) e Padre Gianfranco

4 settembre – Comunanza (AP) – h 21.30

Raffaele Vitali (direttore laprovinciadifermo.com) intervista Peter Gomez (direttore Fattoquotidiano.it, giornalista, saggista, conduttore televisivo e blogger)

11 settembre – Sarnano (MC) – h 21.00

Stefano Cesetti (caposervizio Il Resto del Carlino) intervista Veronica Berti Bocelli (presidente Andrea Bocelli Foundation)

2 ottobre – Amandola (FM) – h 21.00

Raffaele Vitali (direttore laprovinciadifermo.com) intervista Michele Brambilla (Giornalista e saggista, direttore QN – Il Resto del Carlino)

CONDIVIDI SU: