Angolo di paradiso in Basilicata, il lago Sirino

thumb image

Le incantevoli piscine naturali della Basilicata: Nel cuore del piccolo borgo di Nemoli in provincia di Potenza, spicca un posto di rara bellezza immerso nel verde del Parco Nazionale dell’Appennino Lucano-Val d’Agri-Lagonegrese, il lago Sirino.

Il lago si trova ai piedi dell’omonimo monte a 788 metri s.l.m. e, nonostante la ridotta estensione (circa 5 ettari), è considerato scenografico: durante i mesi più caldi è preso d’assalto da tutti gli amanti della natura che si concedono un momento di relax, godendosi il sole o bagnandosi i piedi nelle acque cristalline delle spiagge limitrofe. 

Il lago Sirino è la perfetta sintesi di ciò che madre natura ha creato: le acque limpide si contrappongono con il verde dei boschi di conifere, castagni e pioppi, creando un contrasto cromatico di colori incantevoli visibili durante l’intero anno. Posto ideale per fotografi professionisti o amatoriali, dove potranno riprodurre scatti mozzafiato e sfruttare al meglio le diverse angolazioni del lago.

Cosa fare presso il lago Sirino

Durante la primavera, il lago Sirino diventa la meta adatta per passeggiare immersi nella natura, facendo trekking o un giro in mountain bike lungo i sentieri che costeggiano il lago. In estate, invece, si potrà balneare in riva, facendo un picnic e pranzando al sacco o consumando un pasto più comodamente presso i ristoranti locali.

In autunno e in inverno, quando i colori della natura assumono svariate sfumature e la pace domina la zona, sarà molto piacevole immergersi profondamente nella contemplazione del paesaggio facendo una passeggiata, fino a raggiungere un piccolo ponticello che permetterà di osservare dall’alto le acque del lago.

Qui ogni anno, si tengono numerosi tornei di pesca sportiva alla trota: il lago offre, infatti, numerose tipologie di pesci, dalle stesse trote alle anguille, dai persici ad altri pesci di acqua dolce.

Cosa visitare nelle vicinanze del lago

Dopo aver beneficiato dell’aria incontaminata del lago Sirino, è possibile visitare il vicino borgo di Nemoli e passeggiare fra le piccole vie del paesino, ricco di bellezze culturali ed artistiche tutte da scoprire.

Fra queste la Chiesa di Santa Maria delle Grazie del ‘600 in cui è custodita, sull’altare maggiore, un’edicola lignea raffigurante una Madonna in stile bizantino; altre opere d’arte di pregio sono conservate presso la Chiesa del lago Sirino.

Fra gli edifici da non perdere è Palazzo Filizzola risalente al ‘700 e di stile napoleonico, con il suo possente portale in pietra lavorata dalle sapienti mani degli artigiani del posto.

Il borgo, inoltre, è molto ricco di fontane da cui sgorga acqua freschissima di sorgente, da cui si potrà fare scorta completa e riempire le proprie borracce.

CONDIVIDI SU:
 
  • Gestiamo il tuo blog