Vivi i colori del Carnevale di Venezia 2013

Vivi i colori del Carnevale di Venezia 2013

Il sogno adagiato sull’acqua, l’atmosfera surreale che, se fortunati, potreste incontrare tra le calli in una nebbiosa serata d’inverno, tutto questo rende Venezia una città magica e i motivi per visitarla, senza mai esserne stanchi, sono infiniti.

L’evento stagionale di maggior richiamo è senz’altro il Carnevale; unico e indimenticabile come sempre, quest’anno arricchito dal tema prescelto, perché il Carnevale di Venezia 2013 sarà caratterizzato dai colori.

Vivi i colori: un omaggio alla pittura di grandi maestri come Giorgione, Canaletto e Tiziano ma anche alla musica che, con vari appuntamenti presso il palco del Gran Teatro in Piazza San Marco, avrà temi cromatici diversi. Dedicati ai colori anche vari spettacoli teatrali, alcune mostre e le attività per bambini ai quali è riservato anche l’appuntamento con il quarto Carnevale dei Ragazzi presso i Giardini della Biennale con eventi di vario genere, tutti gratuiti.

Il Carnevale di Venezia apre in anticipo, con eventi sin dal 26 Gennaio e fino al 12 Febbraio. Da tradizione si terranno  la Festa Veneziana sull’Acqua, il Corteo e Festa delle Marie ma anche lo spettacolare Volo dell’Angelo e lo Svolo del Leon in programma per Martedí Grasso quando come consueto, la Vogata del Silenzio il corteo notturno di gondole, che da Rialto fino al Bacino di San Marco, saluterà il Carnevale 2013.

Tutte le informazioni sugli eventi in calendario le troverete sul sito dedicato al Carnevale di Venezia che nella splendida presentazione esalta in questo modo le mille sfumature dei colori: “A chi non ha pensato che il rosso è sempre e solo rosso ma anche porporino, purpureo, fulvo, ramato, rubicondo, rubizzo, arrossato, porpora, fragola, cremisi, carminio, sanguigno, amaranto, cinabro, pompeiano, scarlatto, infiammato, vermiglio, è dedicato il Carnevale 2013 di Venezia.”


1 Commento a Vivi i colori del Carnevale di Venezia 2013

  1. Bellissima descrizione, dopo avere letto l’articolo ho chiuso gli occhi e mi è sembrato quasi di essere li mezzo alle calle tra maschere e le gondole.
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *