Vipiteno, perla dell’Alto Adige

Vipiteno, perla dell’Alto Adige

Apprezzato per la neve d’inverno e per il clima mite in estate, il Trentino Alto Adige è una delle mete preferite dagli italiani per le vacanze.
In particolare la provincia di Bolzano offre molti spunti interessanti per trascorrere una vacanza all’insegna della cultura, dello sport e delle escursioni.
Tra i vari borghi altoatesini, più o meno conosciuti, Vipiteno è uno dei più suggestivi: facilmente raggiungibile sia in treno che in automobile, si distingue per la sua caratterizzazione medievale e per la mancanza di un turismo di massa, come accade invece in altre cittadine più note dell’Alto Adige, ad esempio Bressanone o Merano.
La cittadina, divisa tra Città Nuova e Città Vecchia, è molto apprezzata per l’armonia e la perfetta integrazione tra i vari stili che si sono succeduti: il Medioevo ha lasciato segni evidenti a Vipiteno, ma nelle diverse architetture della città si notano anche tracce dei periodi successivi.
A dividere la Città Nuova dalla Città Vecchia la Torre delle Dodici, simbolo di Vipiteno, realizzata nel XV secolo e ricostruita alla fine del XIX, che si erge al centro della visuale in ogni immagine panoramica della città. Il centro storico di Vipiteno, piccolo ma affascinante, racchiude le due anime della città senza creare un evidente contrasto: la Città Vecchia, oggi meno sfarzosa e decorata, che ricorda i tempi del borgo come residenza dei Fugger, e la Città Nuova,  con i frontoni a gradini e le maestose facciate.
Nel periodo invernale Vipiteno si illumina a festa con i mercatini natalizi, mentre durante l’estate ogni settimana si realizzano feste ed eventi tematici per la riscoperta del territorio e delle tradizioni tipiche altoatesine.
Nei mesi di luglio e agosto vengono organizzati i Laternenparty, che vedono coinvolti i ristoratori del centro storico in un grande menu con prodotti tipici e non: ogni mercoledì le strade della Città Vecchia e della città nuova sono addobbate a festa per accogliere turisti e locali che vogliono degustare prelibatezze sempre diverse. Ogni ristorante propone alcuni piatti a tema per la serata, che possono essere degustati sia all’interno del locale che all’esterno.
Un’altra occasione per scoprire le specialità altoatesine è la Festa dei Canederli, che, nella seconda domenica di settembre, anima il borgo altoatesino. Una grande tavolata attraversa il centro storico, e durante l’evento vengono serviti oltre 30 tipi diversi di canederli: dai tradizionali con speck e formaggio, ai canederli dolci con marmellate e mostarde.


2 Commenti a Vipiteno, perla dell’Alto Adige

  1. tiroloforever

    sw passate da vipiteni provate i canederli dell’hotel post!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *