Viaggio in Canada: ecco cosa serve per turismo, lavoro o studio

Viaggio in Canada: ecco cosa serve per turismo, lavoro o studio

Finalmente questo inverno così freddo sta volgendo al termine e un po’ per la stanchezza un po’ perchè il sole ci rinfranca, torna la voglia di viaggiare ed esplorare nuove mete. Chi non ha un budget molto alto a disposizione, visita i siti delle compagnie aeree low cost che offrono voli europei a prezzi davvero convenienti, ma chi vuole davvero sperimentare un’esperienza lunga e indimenticabile, rivolge l’attenzione molto più lontano.

Una delle destinazioni più ambite, per la bellezza naturalistica e il fascino delle grandi città, è sicuramente il Canada, un Paese immenso che conviene visitare in estate, soprattutto se si vuole spostare da una parte all’altra.

Infatti, se sulla costa dell’Oceano Pacifico l’estate è tiepida e l’inverno simile a quello europeo, bisogna sapere che nel Quebec le estati sono caldissime ma gli inverni sono davvero freddi con temperature che arrivano a meno di 30 gradi.

Chi non ha mai sognato guardando in tv quei paesaggi incantevoli, dove si scorgono distese verdi ed immense alternate a metropoli cosmopolite come Montreal e Toronto (ad est dello Stato) o Vancouver (sulla costa del Pacifico). Sicuramente l’attenzione al verde è rispettata ovunque e anche le città custodiscono dei polmoni che rendono l’aria più pulita.

E cosa dire del Mont Blanc, l’area montuosa attrezzata con funivie, oppure delle suggestive Cascate del Niagara che si possono visitare con il battello “Maid of the Mist”. I più avventurosi non potranno non visitare la  regione polare del Nunavut molto fredda ma predisposta a visite guidate per immergersi nella natura.

Fare una guida turistica del Canada sarebbe troppo lungo e quindi per ora forniremo alcune indicazioni e consigli a chi si appresta a fare questo viaggio oppure a chi sta valutando di trasferirsi in quel Paese per lavoro o studio.

Viaggio in Canada per turismo

Intanto, c’è da sapere che in questo Paese l’assistenza sanitaria è garantita anche ai turisti e che il tasso di criminalità è tra i più bassi del mondo occidentale.

Quando si arriva in dogana si verrà sottoposti ad un controllo di un ufficiale del CBSA – Canada Border Services Agency (Agenzia di Servizio Doganale Canadese) il quale ha la funzione di salvaguardare i confini canadesi da accessi non consentiti.

Non è necessario disporre di un’Autorizzazione di Viaggio Elettronica – eTA Canada – o del visto per entrare ma, relativamente agli adulti e ai minori, saranno controllati i documenti di viaggio e, ovviamente, il passaporto. Inoltre, l’ufficiale doganale potrebbe fare delle domane relative al soggiorno per essere sicuro di poter concedere l’idoneità e inoltre sarà necessario dimostrare che, dopo il periodo di soggiorno, si lascerà il paese. Questo si può provare esibendo un biglietto di ritorno e dimostrando che si hanno le disponibilità economiche per soggiornare per 180 giorni.

Il tempo massimo di soggiorno in Canada è di 6 mesi ma l’ufficiale, se lo ritiene, potrebbe limitare o estendere questo periodo. Bisogna essere molto attenti in quando, qualora le condizioni previste non vengano rispettate, si sarà costretti a lasciare il Paese.

Cos’è il piano di Autorizzazione di Viaggio Elettronico (eTA)

Recentemente il governo ha istituito l’eTA Canada (Electronic Travel Authorization), il piano di autorizzazione elettronica per gli abitanti dei Paesi che non richiedono il visto preventivo e che vogliono visitare lo Stato per motivi turistici o di studio per un periodo non superiore a 180 giorni.

Con l’eTA si verifica, preventivamente, se una persona ha i requisiti per visitare il Canada e si evita che il controllo venga effettuato direttamente alla dogana. Possiamo fare tutto il procedimento on line, senza recarci in Ambasciata del Canada, fornendo una serie di informazioni relative ai documenti, all’occupazione, all’indirizzo e alle ragioni del viaggio. Un eTA approvato non garantisce comunque l’accesso al Canada perché la decisione finale spetta ai funzionari dell’immigrazione dell’Immigration, Refugees and Citizenship Canada (IRCC).

Viaggio in Canada per studio o lavoro

Per studiare o lavorare in Canada sono necessari dei permesso che si possono ottenere presentandosi di persona oppure per posta al Centro Ricezione domande Visti per il Canada (CRDV) più vicino.


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Viaggio in Canada: ecco cosa serve per turismo, lavoro o studio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.