Viaggiare a novembre: 4 itinerari per tutti i gusti e tutte le tasche

Viaggiare a novembre: 4 itinerari per tutti i gusti e tutte le tasche

Viaggiare a novembre è la scelta ideale per interrompere il faticoso periodo che va dalla fine delle vacanze estive alle festività natalizie. Si tratta di un momento di stress fisico e mentale in quanto non ci siamo completamente ripresi dal relax al sole e, nello stesso tempo, l’autunno ci ha assorbito con i suoi colori malinconici e una grande sonnolenza.

A chi non è capitato di dedicarsi alla ricerca di un nuovo viaggio già a settembre? Chissà come mai ci troviamo sempre una guida tra le mani e un sito web aperto su pagine che ci fanno sognare! Forse è il nostro bisogno di evasione; pensare a nuove esperienze ,fornisce la carica per affrontare il quotidiano quando non avremmo nessuna voglia di chiuderci un un ufficio.

Per fornire qualche spunto interessante, abbiamo pensato a 4 itinerari di viaggio a novembre, molto diversi tra loro ma tutti interessanti per godere di qualche giorno di ferie.

Prima di tutto, però, vi ricordiamo le regole di un buon viaggiatore:

  1. controllare la validità dei documenti d’identità e passaporto, in modo da avere il tempo di rinnovarli prima di partire
  2. razionalizzare i bagagli in modo che contengano il necessario senza risultare pesanti (confezioni mini, abiti con tessuti termici e leggeri, scarpe comode e adatte ad ogni momento etc)
  3. pianificare un percorso per visitare più cose possibili nei giorni di viaggio, a meno che non si tratti di un tour guidato
  4. per i viaggi a novembre ma anche in altri periodi, valutare la stipulazione di un’assicurazione di viaggio che tuteli da numerosi imprevisti che possano capitare. Pensiamo ad un problema di salute o alla perdita di lavoro che impedisca di partire, allo smarrimento dei bagagli oppure al loro furto, all’annullamento improvviso del viaggio per calamità naturali o semplicemente a un infortunio o problema di salute intervenuto proprio durante la vacanza. Se in passato polizze di questo genere erano costose e da non prendere in considerazione, oggi molte compagnie offrono tariffe convenienti e soluzioni personalizzate valide per un solo viaggio oppure per un anno intero.

4 idee da considerare per viaggiare a novembre

Ecco le quattro proposte da valutare per un viaggio a novembre; abbiamo pensato a destinazioni di tipologia diversa in modo che ognuno possa scegliere la vacanza di cui ha bisogno.

1. Sharm el-Sheikh: il mare bello e accessibile

Leggi anche   Alcuni locali da non perdere nella notte di Parigi

Per noi italiani, il mare in autunno o inverno senza andare lontanissimo, vuol dire Sharm el-Sheikh che si raggiunge con sole 4 ore di volo.

Acque pulite, spiagge ampie e rilassanti, paesaggi mozzafiato, attrazioni culturali, un’offerta di servizi turistici ben organizzata e prezzi accessibili. Tutto questo rende la località egiziana una delle più gettonate e comode. Non è difficile trovare buone offerte e pacchetti per tutta la famiglia oppure per le coppie, quindi accendiamo il pc e mettiamoci a cercare!

2. Castelli della Loira: un percorso incantevole e romantico

La Valle della Loira non è solo uno dei paesaggi naturali più suggestivi della Francia facente parte del Patrimonio mondiale dell’UNESCO, ma è un percorso tra storia, architettura e romanticismo.

In aereo la zona si raggiunge facendo scalo a Parigi o Nantes. Da qui si potrebbe noleggiare un’auto e percorrere i 1000 km lungo il fiume Loira scoprendo una natura incantevole, cittadine da sogno e visitando i leggendari castelli come Chambord, Chenonceau, Sully-sur-Loire, Angers o ancora dei Duchi di Bretagna a Nantes, custodi di eventi e racconti della storia francese.

3. Nuova Zelanda: avventura e potenza della natura

A novembre in Nuova Zelanda, a sud-ovest dell’Oceano Pacifico, è estate quindi una destinazione perfetta per noi italiani anche perchè è un periodo in cui non è invasa dai turisti.

Questo arcipelago dall’affascinante conformazione, vanta un contesto paesaggistico eterogeneo da cartolina e offre ai turisti più di un’opportunità anche nel campo dei viaggi avventurosi e degli sport estremi.

Da visitare l’Abel Tasman National Park, il ghiacciaio Franz Josef, la zona di Catlins con le famose spiagge deserte e il Monte Cook (che i locali chiamano Aoraki) di ben 3754 metri.

4. Hong Kong: la città dalle due anime

Quello a Hong Kong è un viaggio più “importante” in termini di distanza e di investimento economico ma è anche una delle città da conoscere per il fermento che l’ha investita negli ultimi anni e per le opportunità turistiche.

Una città dalle due anime. La prima ricorda l’Occidente con costruzioni, grattacieli e panorama visibile dall’alto della Peak Tram, la funicolare per raggiungere la sommità del Victoria Peak. Se ci addentriamo, invece, nel quartiere di Kowloon o in altre zone raggiungibili con la scala mobile più lunga del mondo (Escalator), si viene a contatto con le tradizioni più autentiche e antiche di questa città.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *