Vacanze a Otranto: una guida completa pensata per te

Vacanze a Otranto: una guida completa pensata per te

Fra le tante bellezze del Salento, Otranto si distingue per essere considerata come una delle città più belle del territorio. La città di Otranto infatti nelle sue piccole dimensioni ti offrirà una vasta gamma di esperienze e ricordi.

Il centro storico di Otranto

Grazie alla sua posizione strategica, Otranto è stata a lungo, un punto nevralgico degli scambi commerciali con l’Oriente. Questa fitta serie di scambi ha fatto in modo che nel tempo diverse culture e viaggiatori si mischiassero fra i confini della città andando ad influenzare in particolar modo lo stile architettonico.

Le classiche case bianche del centro storico di Otranto presentano tratti sia nostrani che esotici e creano un caratteristico labirinto di vicoli e vie strette. Il centro storico ti attirerà fra i suoi colori e i rumori creati dai tantissimi negozietti presenti, perlopiù botteghe artigianali che vendono manufatti e prodotti tipici del Salento da portare a casa come un souvenir d’eccezione.

Tra gli elementi di spicco del centro storico potrai visitare la Cattedrale e il Castello.

La Cattedrale fu eretta nel 1088 e ospita le spoglie degli 800 martiri che persero la vita per combattere l’invasione turca, dopo la quale venne ricostruita la facciata. All’interno del luogo di culto è presente anche un mosaico a pavimento molto suggestivo, il più grande d’Europa.

Il Castello invece fu costruito sotto il dominio degli Angioini e presenta una pianta irregolare; in alcuni punti è ancora possibile scorgere l’enorme fossato che circondava tutto il perimetro del castello per proteggerlo dalle invasioni.

Ad Otranto infatti potrai assaggiare tutte le specialità tipiche del Salento, in particolar modo le pietanze di mare. Peraltro i prodotti sono sempre molto freschi dato che la città affaccia a mare e la pesca in zona è molto praticata.

Sono tante le strutture ricettive che permettono di scoprire la città idruntina in tutta comodità, come Case Vacanze, Residence, Villaggi Turistici, Resort e Hotel a Otranto.

In base alle proprie esigenze, si può scegliere la soluzione adatta.

Sarà bello raggiungere le spiagge di Otranto e rinfrescarsi nelle acque cristalline.

Le spiagge a Otranto

Dal centro storico avrai una visione molto suggestiva del mare sul quale si affaccia. Proprio lì vicino è presente una spiaggia di sabbia molto bella purtroppo piccola e che per giunta è affollata durante la bella stagione.

Se quindi vorrai godere appieno del mare del Salento dovrai allontanare dalla città alla scoperta di una delle tante baie presenti. La più famosa che deve essere menzionata è Baia dei Turchi, la quale prende il nome dallo sbarco degli invasori turchi che si verificò nel 1480, che si trova a 7 km da Otranto.

Leggi anche   Basilica di Santa Caterina d'Alessandria a Galatina

Baia dei Turchi è molto caratteristica dal momento in cui per arrivare in spiaggia bisogna passare attraverso un’estesa pineta, al centro della quale è presente anche un ampio parcheggio se non ti va di camminare. Una volta arrivati al mare ti troverai davanti alla scogliera di tufo. Se sei particolarmente interessato alla fotografia paesaggistica potrai approfittare dei suggestivi giochi di luce che si verificano all’alba o al tramonto.

Aree naturali ad Otranto

Otranto offre anche una serie di luoghi caratteristici immersi nella natura, l’ideale per romantiche passeggiate o anche per vivere un po’ di vita selvaggia. Il primo dei luoghi da menzionare è senza dubbio il Parco Naturale dei Laghi Alimini. All’interno del Parco, come suggerisce il nome, sono presenti due laghi di cui uno dolce ed uno salato. Seguendo il corso descritto dal lago salato si arriva fino a mare, dal quale è diviso solo da una sottile striscia di sabbia. Il Parco offre anche la possibilità di passare una giornata al sole, dal momento in cui si alternano diversi lidi privati, ma anche alcune zone in cui posizionarsi liberamente.

La seconda area è ancora più caratteristica rispetto ai due laghi. Si tratta della Cava di Bauxite che si trova a pochi chilometri da Otranto. La miniera di roccia rossa offre tutto il fascino del mistero dal momento in cui venne dismessa negli anni ’70 e da allora è stata abbandonata a sé stessa. Nel tempo le infiltrazioni d’acqua hanno formato questa piccola pozza dove l’acqua a contatto con la roccia e altre sostanze si colora di smeraldo circondato da sponde rosse, arancioni e verdi. La natura che ha ripreso il controllo che le era stato tolto dall’uomo.

Come arrivare a Otranto

Arrivare a Otranto è piuttosto semplice. Puoi raggiungerla in auto passando per la litoranea da Lecce direzione San Cataldo, oppure utilizza la superstrada Lecce – Santa Maria di Leuca uscendo a Maglie. Oppure puoi sfruttare una delle tante linee di Salento in Bus, oppure i treni di Ferrovie Sud Est da Lecce.

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *