Turisti a Milano: nasce la Traveller’s Health Guide

Turisti a Milano: nasce la Traveller’s Health Guide

Un vademecum bilingue per viaggiare in salute, redatto dagli specialisti di Humanitas San Pio X e messo a disposizione degli ospiti del Best Western Hotel Madison di Milano.

Un’iniziativa per diffondere stili di vita corretti nelle situazioni che possono mettere a prova l’organismo, come i trasferimenti in aereo o i cambiamenti climatici.

Un buon viaggio, per diletto o per lavoro, dipende anche dalla salute. E nella Milano punto di riferimento di oltre 7,5 milioni di viaggiatori all’anno per turismo e affari*, l’estate è il periodo per affrontare la questione in tutta sicurezza con un approccio scientifico. Per questo Humanitas San Pio X, ospedale situato nel cuore della nuova city, e Best Western Hotel Madison lanciano la Traveller’s Health Guide: una dispensa smart in italiano e inglese a disposizione degli ospiti, con consigli pratici per prevenire e gestire al meglio i tipici disturbi del viaggiatore.

Jetlag, stitichezza da viaggio, sbalzi climatici, mal d’aereo e d’auto, sindrome da Economy Class, Kit del Pronto Soccorso e malattie croniche o allergie. Ma anche i numeri per le emergenze (compresi quelli del Centro Antiveleni, dell’Ufficio passaporti e del Soccorso Stradale) a altri suggerimenti pensati per adattarsi a ogni trasferimento. Questi i contenuti del vademecum per il turista che approda nel capoluogo lombardo.

Con la Traveller’s Health Guide il nostro Ospedale si apre ancora di più al territorio – commenta Giuseppe Fraizzoli, Amministratore Delegato di Humanitas San Pio X –. Città della moda, del design e punto di riferimento di una sanità di eccellenza, Milano conferma di essere anche una fucina di idee, in cui la commistione tra saperi diversi crea nuove sinergie.

La cultura del viaggio in salute è parte di uno stile di vita sano – spiega Alessandra Piona, allergologa e responsabile di Medicina Interna in Humanitas San Pio X, nonché consulente scientifico della guida –. Che si tratti di soggiorni brevi o lunghi, in Italia o all’estero, è utile fare proprie alcune buone pratiche che prevengono spiacevoli incidenti e malesseri. Un esempio? In caso di allergia al lattice, informarsi in anticipo sul tipo di materasso in uso dove andremo ad alloggiare e portare sempre con sé l’elenco degli alimenti o sostanze per noi nocive”.

La Traveller’s Health Guide è già molto apprezzata dai nostri ospiti. Molti la portano con sé alla partenza e ci ringraziano per lo strumento utile e semplice da consultare – dichiara Camilla Doni, proprietaria di Best Western Hotel Madison – Siamo molto soddisfatti di questa iniziativa: gestire un hotel, accogliere ospiti provenienti da ogni parte del mondo ha una complessità che non può prescindere dagli aspetti legati alla salute”.

 *Dati dell’Osservatorio Metropolitano di Milano aggiornati a novembre 2016


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Turisti a Milano: nasce la Traveller’s Health Guide

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *