Turismo religioso: nel 2015 a Torino per l’Ostensione della Sindone

Turismo religioso: nel 2015 a Torino per l’Ostensione della Sindone

Torino si prepara ad accogliere almeno 3 milioni di visitatori attesi per il 2015 in occasione dell’Ostensione della Sacra Sindone. Il Lino in cui, secondo la tradizione cristiana, fu avvolto il corpo di Cristo dopo la deposizione dalla Croce è custodito all’interno del Duomo del capoluogo piemontese e viene mostrato ai fedeli e ai pellegrini a distanza di anni. L’ultima volta fu nel 2010 quando a Torino arrivarono circa 2 milioni di visitatori per ammirare da vicino una delle reliquie più importanti della religione cattolica. L’Ostensione è stata fissata dal 19 Aprile fino al 24 Giugno 2015, festa di S. Giovanni Battista – patrono di Torino – e onomastico di Don Bosco. Pochi giorni prima della chiusura dell’Ostensione farà visita alla Sindone anche Papa Francesco, atteso secondo indiscrezioni a Torino per il 21 giugno.

Fedeli e pellegrini troveranno anche un ricchissimo calendario di appuntamenti e manifestazioni che accompagneranno l’evento. D’altronde i 67 giorni di Ostensione rappresentano uno dei periodi più lunghi mai stabiliti per ammirare da vicino il Lenzuolo. La Sindone, come detto, si trova all’interno del Duomo di Torino ma sono almeno altri due i luoghi del turismo religioso in Piemonte: il Museo della Sindone e il Colle di Don Bosco. Il primo si trova in Via San Domenico – a soli 10 minuti a piedi dal Duomo: esso custodisce utili documenti sul Sacro Lino che aiutano a ricostruirne la storia e gli studi scientifici che negli ultimi decenni hanno cercato di stabilirne l’uso che ne venne fatto più di 2.000 anni fa, cioè la reale appartenenza al corpo di Cristo. Il Colle di Don Bosco si trova invece in provincia di Asti, ed è il luogo dove è nato e vissuto il Santo Giovanni Bosco: i fedeli possono vedere da vicino la sua casa natale e visitare il Santuario a lui dedicato.

Consigliamo di non perdere anche altri edifici religiosi della città di Torino: le chiese della Gran Madre di Dio, di San Lorenzo, di San Filippo Neri e le chiese “gemelle” di Santa Cristina e San Carlo. Infine il Piemonte è stata sin dal Medioevo una delle regioni attraversate dalla Via Francigena, la strada che in antichità guidava i fedeli in pellegrinaggio a Roma . Attraverso la Provincia di Torino passano due sentieri che i pellegrini utilizzavano come tappe intermedie durante il loro lungo viaggio: le strade sono caratterizzate dalla presenza di monasteri, abbazie e chiese che ospitano i fedeli stanchi alla fine delle loro giornate di cammino. Meritano una visita l’abbazia di Novalesa in Valle di Susa, l’Abbazia di Sant’Antonio di Ranverso, la Certosa di Montebenedetto e il santuario del Sacro Monte di Belmonte, dichiarato nel 2003 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. L’Ostensione della Sacra Sindone è un buon motivo per visitare la splendida città di Torino e di ammirare da vicino la reliquia che da secoli fa parlare di sé.


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Turismo religioso: nel 2015 a Torino per l’Ostensione della Sindone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *