Tra le vie di Palermo dai quattro canti al mare

Tra le vie di Palermo dai quattro canti al mare

I Quattro Canti, ovvero Piazza Vigliena, sono il punto in cui si incontrano i quattro mandamenti, i quartieri storici in cui è divisa Palermo e, da qui, potreste partire per la vostra esplorazione del capoluogo siciliano.
Ancor prima di iniziare però rallentate, anzi, fermatevi del tutto.
Siete in Sicilia terra di grande bellezza e di bella gente e se siete arrivati fin qui, decidete di prendere il giusto tempo per visitare Palermo; curiosate in giro per cogliere mille dettagli che le guide non raccontano, fermatevi a parlare con le persone e scoprirete tutta la simpatia e l’accoglienza del sud, annusate il profumo dei gelsomini nell’aria e lasciatevi conquistare dalle abbanniate degli ambulanti.

Scegliete di alloggiare nell’accogliente Bed & Breakfast Libertà in Piazza Politeama, considerata il salotto buono della città che, con un’ampia zona pedonale, è diventata il nuovo centro cittadino.
Non trascurate una visita al monumentale Palazzo dei Normanni per apprezzare la splendida Cappella Palatina e da li spingetevi fino all’affascinante qubba, la struttura musulmana di San Giovanni degli Eremiti e poi concedetevi un peccato di gola presso l’Antica Focacceria San Francesco per gustare una caratteristica focaccia “schietta” oppure “maritata”.

Se non siete troppo stanchi, resistete al caldo scirocco e perdetevi lungo Corso Vittorio Emanuele il vecchio Cassero, fino al mare.
Magari passando per Piazza Santo Spirito, dove una scalinata vi condurrà alla Passeggiata delle Cattive, la cui denominazione risale all’epoca in cui le vedove palermitane di rango nobile, durante il periodo di lutto, si concedevano momenti di svago passeggiando sulle mura al riparo da occhi indiscreti.
Il privilegio delle nobil donne di un tempo sarà uno splendido regalo per voi che, da quella che oggi è una pubblica terrazza, potrete ammirare lo splendido panorama sul golfo di Palermo.
La lista dei luoghi da non perdere a Palermo è veramente lunga e, tra questi, occorre ricordare i mercati cittadini; primo tra tutti la Vucciria, lo storico mercato, immortalato da Renato Guttuso nell’omonimo dipinto, ma anche una visita a quartieri popolari come la Magione potrebbe essere molto piacevole perché il prato della piazza negli ultimi anni è diventato luogo d’incontro serale per i giovani, animato anche da vari locali e da eventi musicali di vario genere.
Palermo a tutte le ore dunque e, soprattutto, ad ogni stagione perché se in pieno autunno vi capitasse di aver caldo, una bagno nelle limpide acque di Mondello potrebbe invogliarvi a progettare un soggiorno più lungo…


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Tra le vie di Palermo dai quattro canti al mare

1 Commento a Tra le vie di Palermo dai quattro canti al mare

  1. …E se volete … abbandonate la vostra cartina, smarritevi per le vie della città,sarà con voi talmente generosa, che ad ogni angolo riserverà una lieta sorpresa.
    Potreste scorgere a malapena le meravigliose chiese nascoste dalle bancarelle dello storico mercato del Capo,oppure, percorrendo i vicoli della Kalsa, ritrovarvi attoniti ad ammirare la meraviglia dello “Spasimo”, che al calare del sole risulta di una bellezza indescrivibile.
    Potreste perdervi una sera dopo un giro tra i locali del centro storico, e trovarvi al cospetto di una pianta di gelsomino gigante,che sarà il tormento di chi abita quella casa ormai avvolta dalla rigogliosa pianta,
    ma che per lo spettatore rimarrà una delle foto più belle che porterà a casa.
    Buon viaggio,ad ognuno di voi.
    Antonella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *