Saturnia e dintorni: una pausa tra relax natura e storia

Saturnia e dintorni: una pausa tra relax natura e storia

La Toscana non è una regione ma un abbraccio dei sensi; colori, sapori e profumi che coinvolgono corpo ed anima.
In Maremma, in particolare, tutto questo è realizzabile visitando borghi a volte distanti solo pochi chilometri ma, prima, conviene risolvere per il pernottamento, magari prenotando in uno dei bellissimi campeggi della Toscana.

A Saturnia, ad esempio, è possibile rigenerarsi  nelle acque termali che, dotate di notevoli proprietà curative, diventano anche fonte di benessere. Al riguardo, oltre allo stabilimento delle Terme di Saturnia suggeriamo di visitare le particolari Cascate del Mulino, completamente gratuite e fruibili anche di notte.
E dopo il relax termale si può pensare anche al palato, magari scegliendo di cenare all’ottimo ristorante enoteca “La Filanda” un posto che vi sorprenderà per l’accoglienza e la cucina.

Lasciata Saturnia ci si può dedicare alle Città del tufo: Sovana, Sorano e Pitigliano, caratterizzate proprio dalla massiccia presenza di questa roccia.
Un territorio che vi porterà indietro nel tempo, con le necropoli e le vie cave etrusche e che regalerà grandi emozioni. Che sia una visita alla suggestiva Tomba Ildebranda a Sovana oppure una passeggiata tra le stradine di Pitigliano, con le sue botteghe  artigiane,  il fascino della Maremma vi conquisterà.

Considerata la parte più selvaggia della Toscana, terra di butteri e di splendide spiagge, negli ultimi anni predilige sempre più un turismo di grande attenzione all’impatto ambientale il cui segno diviene evidente godendo degli splendidi panorami dall’altura di Manciano.
Valli, boschi e campagne sotto i vostri occhi vi daranno un’idea della Maremma grossetana, uno spettacolo che va dal monte Amiata fino al mare.


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Saturnia e dintorni: una pausa tra relax natura e storia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *