Sardegna: le vacanze tra mare cristallino e parchi naturali

Sardegna: le vacanze tra mare cristallino e parchi naturali

La Sardegna è la seconda più grande isola del Mediterraneo. Per la varietà dei suoi ecosistemi è da molti considerata come un micro-continente costituito da un alternarsi continuo di paesaggi montuosi e di foreste di aceri e castagni, di zone completamente disabitate, di lagune, di corsi d’acqua tumultuosi, di lunghissime spiagge sabbiose e di coste rocciose a strapiombo sul mare.

sardegna-vacanza-mare-parchi-naturali

Mari Pintau (Quartu Sant’Elena) – Ph (@valentinamura)

Grazie al clima mite, caratterizzato da scarse precipitazioni concentrate nei mesi invernali e, grazie ai paesaggi incontaminati, alla purezza della acque marine, all’interesse storico e archeologico di tante località, la Sardegna attira ogni anno un gran numero di vacanzieri. Ovunque, lungo la costa ma anche sulle isole, sono sorti villaggi turistici e alberghi esclusivi per tutte le persone richiamate dall’ampia varietà dell’offerta turistica che va dalla storia, all’arte, alle feste popolari e a tutte le attività che portano a contatto con l’ambiente naturale. Ormai si parla sempre più di turismo subacqueo, di golf, di turismo equestre, di escursionismo, di osservazione degli uccelli, di vela, di agriturismo, ma anche di archeologia.

In tutta l’isola si vede tutt’ora la presenza di una delle civiltà più antiche e misteriose del Mediterraneo che ha lasciato, a sua testimonianza, più di 7.000 torri nuraghe e centinaia di villaggi, pozzi sacri e tombe megalitiche con steli alte più di quattro metri. Numerosi sono anche i resti delle città fenice e romane, in alcuni casi anche in buone condizioni. L’antica capitale romana della Sardegna, Cagliari, possiede un anfiteatro romano che viene utilizzato ancora ai giorni nostri.

sardegna-vacanza-mare-parchi-naturali

Stintino – Ph (@valentinamura)

La principale attrattiva della regione resta comunque il mare: è la straordinaria limpidezza dell’acqua la prima qualità che distingue il mare della Sardegna dalla maggior parte del Mediterraneo. Le località più famose si trovano proprio sulle coste e fra loro estremamente conosciute sono Porto Cervo e la Costa Smeralda, Porto Rotondo, Alghero, Palau, Santa Teresa, Olbia, La Maddalena e Stintino.

Anche i paesaggi sommersi sono molto complessi e ricchi di colori e richiamano puntualmente sull’isola orde di appassionati di immersioni subacquee, al fine di ammirare, in ambienti complessi quanto straordinari, sia cernie che dentici e ricciole, oppure coloratissime specie di gorgonie, anemoni gioiello, spugne e gialle margherite di mare.

Gennargentu

La bellezza e il fascino di molte aree della Sardegna ha portato alla costituzione di molti parchi naturali. Sono protetti vari tratti della costa sarda: da La Maddalena all’Asinara, dalla penisola del Sinis a Capo Carbonara. Il grande parco del Gennargentu ospita al suo interno un gran numero di specie protette come l’aquila reale, il muflone, il grifone e il cervo sardo e racchiude paesaggi spettacolari, come l’orrido di Su Gorropu, una gola con pareti alte fino a 300 metri.


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Sardegna: le vacanze tra mare cristallino e parchi naturali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *