Piazze di Roma: i salotti della città

Piazze di Roma: i salotti della città

Quando si pensa alla città di Roma , subito vengono alla mente i suoi imponenti resti imperiali, i numerosi musei, le straordinarie gallerie allestite nei palazzi aristocratici delle grandi famiglie nobiliari, ma non sono da trascurare i suoi vicoli e le sue piazze. Una delle piazze che merita una visita è certamente Piazza Navona. Fu disegnata e progettata a metà del 1600 per volere di papa Innocenzo X Pamphilj che insieme alla scaltra cognata, Donna Olimpia detta la Pimpaccia, fece costruire il sontuoso palazzo di famiglia, che oggi ospita l’Ambasciata del Brasile e due delle tre fontane qui presenti: la Fontana del Moro davanti al palazzo e quella dei Quattro Fiumi al centro. Per la loro realizzazione fu chiamato uno degli artisti più straordinari del tempo, Gian Lorenzo Bernini, il quale riuscì a modellare la fredda pietra dando vita a giganti, animali e piante che ancora oggi incantano e tolgono il fiato per la loro straordinaria bellezza. Ma alla ricca casata serviva una degna cappella di famiglia. E fu così che il geniale Borromoni si dedicò alla sistemazione della chiesa di Sant’Agnese in Agone, costruendo una facciata concava, sinuosa e morbida, quasi fosse realizzata in argilla! E la piazza, una volta terminata, serviva proprio al divertimento della nostra Pimpaccia. In estate infatti, si chiudevano gli scoli delle fontane, l’acqua iniziava così a fuoriuscire dalle vasche andando a formare un vero e proprio lago in tutta la piazza. Altro luogo imperdibile è piazza del Popolo, che già nel nome lascia intuire il suo “essere di tutti”. Punto di accesso tra i principali della città, accoglieva come in un abbraccio chi entrava a Roma per la prima volta. Formatasi con il passare dei secoli, fu sistemata solo nei primi anni del 1800 dall’architetto Valadier. Un elegante luogo in cui sin dall’inizio del secolo scorso amavano ritrovarsi ricchi borghesi, artisti e intellettuali per trascorrere qualche ora all’interno di due caffè divenuti ormai storici: il Caffè Canova tanto amato da Fellini e il Caffè Rosati scelto dalla famiglia reale per gli ottimi pasticcini! Roma offre al visitatore ovviamente molte altre straordinarie piazze, ma questo voleva essere solo un piccolo assaggio di quel che è la Capitale che, parafrasando Goethe, riallaccia l’intera storia del mondo.

Autore: L’Asino d’Oro Associazione Culturale


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Piazze di Roma: i salotti della città

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.