Pedaliamo verso la primavera

Pedaliamo verso la primavera

riscoprendo le nostre città lentamente: partiamo da Torino

I nostri lettori ormai lo sanno, ci piace pensare ad un turismo sostenibile, ecco perché vogliamo invitarvi a scoprire le città a colpi di pedalata, se poi la pedalata è lenta, allora vorrà dire che anche il nostro invito alla lentezza vi avrà convinti.
E’ quasi tempo di rispolverare le bici per andare incontro ad una primavera mai tanto attesa come quest’anno ed il primo appuntamento che vi consigliamo d’annotare è per il 18 marzo, dalle 10,30 alle 19, a Torino, dove la splendida Piazza Castello sarà animata dai festeggiamenti dedicati al cinquantenario dell’AICS. (Associazione Italiana Cultura Sport).
Tanti gli stand allestiti per una vivace giornata all’insegna dello sport, con esibizioni di ginnastica artistica e ritmica, un’area benessere con lezioni per tutti i visitatori di yoga, (oltre a ginnastica dolce, tai chi, shiatsu…), laboratori creativi per i più piccini con animazione e truccabimbi.
In occasione della manifestazione verrà anche presentato il nuovo servizio PedalaTo, a cura dell’ASD Anemos Itinerari del Vento, alle ore 10,30, infatti, partirà l’ESCURSIONE CICLOGUIDATA con accompagnatori cicloturistici riconosciuti dalla Regione Piemonte che accompagneranno gli iscritti in un percorso destinato a promuovere la conoscenza dei beni storico-architettonici cittadini con un itinerario nel centro cittadino e lungo il Po.
La partecipazione all’escursione è gratuita basta iscriversi compilando il form presente sul sito www.anemostorino.com, sarà possibile richiedere il noleggio di una bicicletta dell’associazione con un costo 5,00€, si è pensato anche ai bambini mettendo a disposizione dei partecipanti anche bici con seggiolino.
Nessuna paura per chi il 18 marzo non potrà partecipare all’escursione perché ci saranno altri appuntamenti del PedalaTo e con i frequenti voli per Torino non vi sarà difficile prenotare un piacevole weekend nei caratteristici agriturismi piemontesi.
Non ci resta che augurarvi una dolce lenta pedalata per scoprire in modo nuovo e divertente le bellezze del nostro paese.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *