Istanbul: un crocevia tra oriente ed occidente

Istanbul: un crocevia tra oriente ed occidente

Istanbul è la città che divide Europa e Asia. La visita alle case di culto e ai palazzi potrebbe tenere impegnati gli appassionati di storia e di cultura per settimane. La maggior parte delle attrazioni sono raggruppate nell’area di Fatih, anche se quartieri come Beyoglu (dove troviamo Piazza Taksim) e Besiktas (che ospita Ortaköy e il palazzo Dolmabahçe) non sono meno belli da visitare. La Moschea Blu e il Museo di Santa Sofia sono tappe obbligatorie; anche solo esplorare il traffico stradale e osservare la vita quotidiana è altrettanto affascinante. Il cibo è una parte centrale della cultura, quindi i menu dovrebbero essere studiati tanto seriamente quanto una mappa.

Cosa visitare ad Istanbul

Sultan Ahmed I era determinato a costruire una moschea che rivaleggiava con la vicina HagiaSophia, e la maggior parte delle persone sarebbero d’accordo sul fatto che abbia portato a termine questo compito – o, almeno, si sia avvicinato.
Istanbul: un crocevia tra oriente ed occidenteI turisti affollano in massa il Museo di Santa Sofia per la sua splendida architettura che racchiude gloriose vedute interne e un forte significato storico. Costruito tra il 532 e il 537, l’edificio è stata una chiesa per quasi mille anni. Fu poi trasformato in moschea dal 1453 fino al 1935, prima di diventare il museo secolare che è oggi.
Immerso nello storico quartiere Fatih di Istanbul vicino al Corno d’Oro, all’Università di Istanbul e al GrandBazaar, la moschea di Süleymaniye è considerata una delle più imponenti moschee ottomane della città. Costruita tra il 1550 e il 1557 su incarico del suo omonimo, Süleyman I, questa grande struttura presenta numerosi giardini e una grande cupola.
Il Palazzo Topkapi è stato la dimora dei sultani ottomani dal 1478 al 1856 ed è una delle attrazioni più famose di Istanbul. È diventato ufficialmente un museo nel 1924, poco dopo la fine dell’era ottomana, e presenta un’architettura brillante, cortili curati e vaste armerie, porcellane, posate, collezioni d’arte e tessuti.

Istanbul cultura d’altri tempi

Situato a pochi passi da attrazioni imperdibili come la Moschea Blu, la Cisterna Basilica e la Moschea Süleymaniye; il GrandBazaar è uno dei più grandi e antichi mercati per lo shopping al coperto del mondo. Colpisce regolarmente i visitatori con le sue 60 strade di oltre 5.000 negozi, ciascuna accompagnata da un venditore sin troppo zelante. Il TaksimSquare è una vivace e moderna area situata nel quartiere Beyoglu di Istanbul. Numerosi negozi, ristoranti e bar riempiono le strade circostanti, così come hotel famosi come l’InterContinental Istanbul e il GrandHyatt Istanbul.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *