Il quartiere a luci rosse di Amsterdam

Il quartiere a luci rosse di Amsterdam

Amsterdam è una città pittoresca e bella da visitare e nonostante le variegate attrazioni di carattere culturale e sociale che offre, una delle ragioni che spingono a visitare la metropoli olandese, è costituita dal quartiere a luci rosse, il Red Light District. Questo quartiere, famoso in tutto il mondo, rende i voli per Amsterdam sempre tra i più ricercati tra i voli low cost con Skyscanner.
Nonostante Amsterdam sia una città sicura, il quartiere a luci rosse è sicuramente la zona più pericolosa ed è praticamente controllata da prostitute e spacciatori. Si trova nella zona est del centro, grosso modo dalla Stazione (a 50 metri) fino a Muntplein. Il quartiere è percorso da molteplici stradine non certo consigliabili e dunque meglio rimanere sulle direttrici principali. In questo quartiere si trovano: sexyshop, esercizi commerciali autorizzati alla vendita di droghe, luoghi in cui si esibiscono spogliarelliste per spettacoli particolari e donne semisvestite in vetrina. Queste ultime si trovano generalmente tutte assieme una di seguito o di fronte all’altra, sia nelle strade principali che e quelle più piccole, al punto da obbligare i passanti a strisciare tra di loro. Le vetrine sono disposte al pian terreno o anche su due livelli, sono illuminate all’interno con un lucernario e si affacciano direttamente sulla strada.
Qui è vietato scattare fotografie alle ragazze in vetrina e al quartiere e nel caso si venga scoperti si è obbligati a pagare multe e a vedersi sequestrato il rullino. Trattandosi di una zona quasi sempre molto affollata, consigliamo di fare attenzione a borseggiatori.
Pochi sanno che il Quartiere a luci rosse ad Amsterdam (parliamo dell’area Walletjes) è anche una delle parti più vecchie e affascinanti della città. Le case che danno sui canali sono state realizzate secondo la tipica architettura del XIV secolo e vi si trovano veri e propri capolavori come l’Oudekerk, un’antica chiesa in stile Gotico. L’area è famosa anche per la presenza di ristoranti, negozi e supermercati Cinesi, Indonesiani, Thai e Tibetani. Qui i prezzi sono abbastanza contenuti e le pietanze ottime.
Nel quartiere a luci rosse sono presenti anche alcuni musei a tema da visitare soprattutto di giorno come: l’Erotic Museum, il Sex museum e il Condom shop Het Gulden Vlies.


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Il quartiere a luci rosse di Amsterdam

1 Commento a Il quartiere a luci rosse di Amsterdam

  1. Renato Bicchierini

    io ci sono stato più di una volta , tra queste un capodanno di circa 15 anni fa , e posso dirvi che alloggiando propio in zona rossa è abbastanza pericolosa specialmente la sera ! a me è capitato che pur essendo in gruppo di 5 amici ci ha fermato un tizio che mi ha chiesto 50 gulden (allora c’era la loro moneta ) facendoci credere di avere una pistola in tasca e li ho tirati fuori e dati dato che bastava facesse un fischio e saltavano fuori molti altri da i vicoletti che ci sono ! pero le altre 3 volte che ci sono stato è andata decisamente meglio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *