Il Gargano

Il Gargano

Il Gargano è, ad oggi, uno dei luoghi più suggestivi da scoprire e visitare in Puglia. Conosciuto anche con il nome di “Montagna del Sole” o di “Sperone d’Italia”, il Gargano è quel promontorio di roccia, quel paesaggio incontaminato e selvaggio che si allunga e degrada verso il Mare Adriatico. Con i suoi 2000 e più chilometri quadrati di superficie, il Gargano offre ai suoi turisti paesaggi da sogno, un panorama eterogeneo ricco di spiagge sabbiose, di scogliere, di pittoreschi paesini e cittadine.

Il paesaggio del Gargano è, tipicamente, mediterraneo e caratterizzato da uliveti e agrumeti che si affacciano, a picco sul mare. Un mix di natura selvaggia, profumi che difficilmente il turista dimentica, mare cristallino ed incontaminato, pinete , insenature e baie spesso raggiungibili solo in barca, grotte, faraglioni e sapori genuini della tradizione culinaria pugliese. Questo è il Gargano, un mondo tutto da scoprire, in cui immergersi per dimenticare lo stress della vita quotidiana.
Non solo natura, non solo tradizione culinaria: il Gargano è un crogiolo di tradizioni, di storia millenaria, di cultura ed archeologia: la ricca storia di questo promontorio si mescola alla mitologia che ha dato vita a leggende millenarie. E allora, partiamo alla scoperta del meraviglioso Gargano, una terra che ci sorprenderà, ad ogni passo…

Gargano: le spiagge più belle e la ricchissima costa
Iniziamo il nostro viaggio alla scoperta del Gargano partendo dalla zona Sud. Ci imbattiamo in Manfredonia, fondata da Manfredi, figlio di Federico II di Svevia e caratterizzata dalla presenza di un antico castello che su affaccia sul mare. Percorrendo la strada che va da Manfredonia a Margherita di Savoia ci imbattiamo in numerose e pittoresche chiesette, tutte da visitare: le chiese di san Leonardo di Siponto e Santa Maria di Siponto sono un esempio della ricca tradizione storica del Gargano.
La Chiesa di Santa Maria di Siponto fu distrutta, nel 1223 da un terribile terremoto e venne poi riedificata: oggi si presenta ai turisti in tutto il suo splendore, con il suo stile romanico fortemente influenzato dall’arte orientale. Misteriosa e bellissima è la Chiesa di San Leonardo che, secoli fa, è appartenuta ai cavalieri dell’ordine teutonico.
Lasciando da Manfredonia e dirigendoci verso Vieste, il paesaggio costiero cambia: dalle spiagge sabbiose la cosa diventa rocciosa, ricca di colori e particolarmente suggestiva. Ed è qui che nascono le spiagge più belle del Gargano, molte delle quali sono accessibili solo dal mare.
La spiaggia di Mattinata, conosciuta come “la bianca farfalla del Gargano”, è molto suggestiva, con il suo mare cristallino e gli agrumeti, uliveti e mandorleti che si ergono alle sue spalle. Proseguendo nel nostro viaggio verso Vieste, ci imbattiamo nella superba spiaggia di Mattinatella e, successivamente, nella spiaggia con la sorgente “Fontana delle Rose”, accessibile solo dal mare. Seguono la Baia delle Zagare (conosciuta anche come Baia dei Mergoli), con i suoi due stupendi faraglioni. Qui l’erosione del mare e dei venti ed il trascorrere del tempo hanno giocato con la natura creando numerose grotte – tutte di natura calcarea – contrassegnate da nomi pittoreschi come la grotta dei sogni, la grotta dei contrabbandieri, la grotta dei pipistrelli e quella dei due occhi. Ancora, proseguendo nel nostro viaggio verso Vieste, ci imbattiamo nella Baia di Vignanotica, con la sua spiaggia di ciottoli e le sue rocce bianche e levigate. Ancora, suggestiva ed imperdibile è la Baia di Pugnochiuso che ci regala un paesaggio variegato e mai uguale a se stesso: qui si alternano spiagge di sabbia e scogli a picco sul mare. Suggestiva e caratteristica è anche la Baia dei Campi, con i suoi isolotti e la sua grotta con tre aperture.
E arriviamo a Vieste, una dei paesini più belli, affascinanti e pittoreschi del Gargano, punto nevralgico nelle cui acque, ogni anno, si bagnano migliaia di turisti. Con il suo antico borgo medievale ricco di negozietti e di botteghe, Vieste è costituita da vicoli stretti e case bianche a picco sullo splendido mare cristallino. Da visitare il castello duecentesco che offre ai turisti un panorama mozzafiato così come la cattedrale del XI secolo, bellissima e superba. Proseguendo nel nostro viaggio alla scoperta di Vieste, non possiamo non citare lo splendido Pizzomunno, la roccia verticale incastonata nella sabbia della spiaggia bianca di Vieste.
Lasciamo Vieste e ci dirigiamo verso un’altra meravigliosa località del Gargano: Peschici. Prima di arrivare a Peschici, ci imbattiamo però nella suggestiva baia di Manaccore con le sue grotte e il suo mare pulito e cristallino. Ed ecco Peschici, il borgo antico che si erge su uno sperone di roccia. Difeso da mura alte e antichissime, Peschici ospita un centro storico molto suggestivo con l’abbazia benedettina di Santa Maria di Càlena. Lasciando Peschici, terminiamo il nostro viaggio alla scoperta del Gargano, fermandoci ad ammirare la splendida b>baia di San Menaio, caratterizzata dalla sua antica torre e dal mare cristallino e pulito. Qui sorge l’Orchidea Blu un hotel sul Gargano tra i più rinomati.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *