Festival del Viaggiatore

Festival del Viaggiatore

In una Asolo (TV) inedita, le esplorazioni mai narrate del “Festival del Viaggiatore” nei giorni 23-24-25 settembre 2016.

Giardini, terrazze, caffé e scorci mozzafiato sui dolci colli trevigiani diventano salotti a cielo aperto, per conversare di viaggi inediti con “voci note”: una ventina di location, la maggior parte accessibili per il solo evento, ospiteranno le conversazioni con l’attore Salvatore Striano, il regista Daniele Segre, Agnese Moro (figlia dello statista Aldo), gli scrittori Grazia Verasani e Roberto Bonzio, la fragrance designer Claudia Scattolini, la conduttrice Alba Parietti e molti altri. Si discuterà di viaggi, o meglio di tutto ciò che è viaggio, di qualsiasi esperienza che possa tradursi in scoperta, evoluzione, talvolta anche rinascita.

Novità preziose quest’anno nutriranno corpo e anima come solo un viaggio sa fare: lo Spritz del Viaggiatore, aperitivo personalizzato con ingredienti e profumi dei colli asolani, la stereofonia urbana di Asolo Matinée, o ancora i giganteschi origami lungo le vie, realizzati con materiali di recupero e dedicati ad altrettanti perosonaggi simbolo del borgo.

Per concludere con il Premio Segafredo Zanetti, anima letteraria del Festival: è il primo riconoscimento nazionale dedicato alla letteratura per il cinema e, presentato alla 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia , domenica 25 settembre eleggerà il vincitore.

Seconda edizione per il Festival del Viaggiatore, che torna nel magico borgo di Asolo – Treviso, da venerdì 23 a domenica 25 settembre 2016. Ideato dall’Associazione InArtEventi cultura in movimento, è la prima manifestazione dedicata al viaggiatore: non solo colui che percorre la geografia dei luoghi, bensì chiunque intraprenda un percorso di scoperta, evoluzione, rinascita. All’interno del Festival si sviluppa il Premio letterario Segafredo Zanetti, che quest’anno assume una connotazione ben precisa: presentato lo scorso 3 settembre nell’ambito della 73° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica, all’Hotel Excelsior – Spazio della Regione del Veneto al Lido di Venezia, è il primo riconoscimento nazionale dedicato alla lettura per il cinema e sarà assegnato al libro più idoneo a diventare un’opera cinematografica scelto da una giuria tecnica tra sei finalisti.

Asolo, nei secoli cenacolo di artisti e rifugio di viaggiatori internazionali, dalla Duse a Freya Stark, dal Canova al Palladio, da Malipiero a Carlo Scarpa, a fine settembre ritroverà la sua vocazione di crocevia di esperienze, avventure ed emozioni, trasformandosi in salotto a cielo aperto.

La seconda edizione del Festival del Viaggiatore individua quest’anno cinque percorsi possibili: nei luoghi della bellezza, della memoria, delle emozioni, del talento e della misericordia. Quest’ultimo percorso, suscitato dall’anno giubilare, è un viaggio tutto umano nella capacità di cambiamento e di rinascita.

Saranno oltre una trentina gli ospiti che porteranno le proprie esperienze di viaggio, tra questi l’attore Salvatore Striano, il regista Daniele Segre, Agnese Moro, figlia dello statista Aldo, la stilista sostenibile Venette Waste, il fondatore della Lucky Red Andrea Occhipinti, gli scrittori Grazia Varesani e Roberto Bonzio, la fragrance designer Claudia Scattolini, la conduttrice Alba Parietti e molti altri. Li si potrà incontrare negli scorci più sorprendenti di Asolo, alcuni dei quali accessibili solo per l’evento: il Castello di Caterina Cornaro con il Teatro Duse, il giardino di Palazzo De Mattia, Casa Duse, l’Hotel Villa Cipriani, la barchessa di Villa Serena, il parco di Villa Freya e molti altri.

Domenica 25 settembre alle 17.00 al Teatro Duse sarà asseganto il Premio Segafredo Zanetti. Si contenderanno il riconoscimento Silvana La Spina con “L’uomo che veniva da Messina” (Giunti), Simona Vinci con “La prima verità” (Einaudi), Mauro Garofalo con “Alla fine di ogni cosa” (Frassinelli), Vito Daniele Cuccaro con Filodèmia (Eretica), Igiaba Scego con “Adua” (Giunti) e Fabio Genovesi con “Chi manda le onde” (Mondadori).

Numerose infine le opportunità per “asolare”, ovvero “andare a prendere un po’ d’aria”, “ritrovare leggerezza” (il verbo, che esprime lo stare soave tra i palazzi e le viuzze asolane, fu coniato dal poeta inglese Robert Browning che, innamorato del borgo veneto intitolò il suo ultimo poema “Asolando”, 1889): come sorseggiare lo Spritz del Viaggiatore, aperitivo creato appositamente con ingredienti e profumi dei dolci colli asolani, reso inconfondibile dal chicco d’uva glera al posto dell’oliva, o godersi il gioco di forme e colori dei quattro enormi origami – ognuno dedicato a un personaggio del passato simbolo di Asolo – realizzati da Eleonora Zampieri – Wundergallery che coloreranno il centro storico. Ma anche sperimentando la stereofonia urbana che Asolo Matinée creerà domenica 25 settembre nella piazza centrale con una staffetta tra diversi strumenti, capace di originare un unico pensiero musicale. E ancora sono in programma visite guidate tematiche sulle orme dei viaggiatori del passato che hanno eletto Asolo a meta del cuore (a cura di BellAsolo), mentre per bambini e ragazzi sabato 24 e domenica 25 settembre saranno proposti laboratori “sensoriali” come “Alle terme di Acelium, i profumi di una volta” o “In viaggio con Caterina Cornaro, laboratorio manuale con cuoio e raffia, al Castello della Regina Cornaro”.

L’evento è patrocinato dalla Regione Veneto, dal Comune di Asolo, dall’IPA Terre di Asolo e del Grappa, dall’Ordine dei Giornalisti del Veneto, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura e sostenuto dalla Segafredo Zanetti S.p.A.

Per informazioni: www.festivaldelviaggiatore.com, www.inarteventi.it


Se vuoi ricordare o condividere questa pagina, scatta una foto al QR Code! E' unico e lo puoi condividere su facebook, su twitter .... ovunque!!! QR:  Festival del Viaggiatore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.