Chi ha bisogno di un documento di viaggio ESTA

Chi ha bisogno di un documento di viaggio ESTA

Per un cittadino della Comunità Europea spostarsi entro i confini del Vecchio Continente, tra i Paesi membri della Comunità, è molto semplice.

Non sono infatti richiesti documenti particolari oltre a quello di identità, o al passaporto. Se però ci si sposta vero altre nazioni è bene conoscere la procedura da seguire. Per viaggiare negli USA, ad esempio, è necessario procurarsi, oltre al passaporto, anche il cosiddetto ESTA (Electronic System for Travel Authorization).

La procedura per ottenerlo è molto semplice e garantisce la possibilità di soggiornare per brevi periodi negli Stati Uniti senza doversi sottoporre alle lunghe e onerose procedure necessarie per ricevere il visto.

L’ESTA è infatti un documento nato in seno al Visa Vaiwer Program, che riguarda 38 Paesi i cui abitanti hanno l’autorizzazione ad entrare negli USA anche se non in possesso del visto.
L’ESTA ha ovviamente delle regole ben precise: scopriamo chi lo può richiedere, a quali condizioni, e quanto tempo resta in corso di validità.

Chi può richiedere l’autorizzazione elettronica di viaggio ESTA

L’ESTA non è un visto, quindi ha una validità limitata: il documento di viaggio una volta richiesto permette di soggiornare negli USA per non oltre 90 giorni.

Quindi possono richiederlo coloro che devono restare negli Stati Uniti per un breve periodo, per un viaggio di piacere o di lavoro, o per motivi di studio. In nessun modo è previsto che durante la permanenza si possano svolgere lavori, anche saltuari, a seguito dei quali percepire reddito.

Per richiedere l’ESTA è necessario avere un passaporto valido: bisogna fare attenzione a che la data di scadenza non sia precedente alla fine del soggiorno negli USA. In tal caso, anche se al momento della partenza il passaporto è ancora valido, sarebbe bene rinnovarlo comunque.

Anche i bambini piccoli o i neonati devono richiedere l’ESTA, che comunque non garantisce automaticamente l’ingresso negli USA: infatti ulteriori controlli verranno effettuati in aeroporto.

Senza aver preventivamente richiesto l’ESTA, però, non sarebbe possibile fare il proprio ingresso negli Stati Uniti, quindi è molto importante ricordarsi di richiederlo prima della partenza.

In definitiva, i requisiti del viaggiatore che ha bisogno dell’ESTA, e non del visto, per entrare negli USA sono quattro:

  • fermarsi per non più di 90 giorni,
  • avere il passaporto elettronico in corso di validità,
  • avere già acquistato anche il biglietto di ritorno,
  • il viaggiatore deve essere abitante di uno dei 38 paesi inclusi nel Visa Vawer Program.

Come ottenere l’ESTA

La procedura per il rilascio dell’ESTA, a differenza di quella necessaria per richiedere un visto di soggiorno, è davvero molto semplice e non richiede che pochi minuti di tempo.

In genere la risposta arriva entro 72 ore, ma potrebbero sempre esserci disguidi tecnici o ritardi, per cui si consiglia di effettuarla con largo anticipo rispetto alla data prevista per la partenza.

Per ottenere l’ESTA ci può collegarsi al sito Application-esta.us/application. Qui, accedendo alla sezione apposita, sarà necessario compilare un form on line in cui inserire i propri dati personali e rispondere ad alcune domande. Alla fine si inoltra la domanda e si effettua il pagamento.

Fatto ciò si aspetta la risposta che può essere di tre tipi: “Authorisation Approved“, ovvero la procedura è andata a buon fine e si può stampare l’ESTA; “Travel not Authorized“, se invece si sono verificate delle anomalie; “Authorization Pending“, ovvero sarà necessario fornire ulteriori informazioni per avere l’ESTA rivolgendosi al proprio consolato.

Il documento, una volta ottenuto e stampato, può essere usato per il viaggio in programma ma anche successivamente, poiché ha una validità di due anni.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *