Campionato Italiano di Deltaplano: LA PRIMA VOLTA DEL FRIULI

Campionato Italiano di Deltaplano: LA PRIMA VOLTA DEL FRIULI

Dal 14 al 22 luglio 2012 si svolgerà nei cieli della Carnia e del Gemonese il 38° campionato italiano di deltaplano: l’evento più importante della storia del volo libero in questa regione. Sette giorni di gara con oltre cento piloti di differenti nazionalità. Sarà possibile seguire la gara in diretta in atterraggio, sul web e sulle reti televisive locali grazie alla nuova tecnologia “Live Tracking”

Tutto è pronto a Gemona e in numerosi comuni della Carnia per ospitare il 38° campionato italiano di deltaplano, l’evento più importante nella storia del volo libero in Friuli Venezia Giulia. Sette giorni di gara previsti tra il 14 e il 22 luglio sorvolando i cieli friulani ma anche veneti, sconfinando in Slovenia e in Austria. L’ASD “Volo Libero Friuli” con “Volo Libero Carnia” e “Ali Libere Gemona”, sta portando a termine tutti preparativi per questa importante manifestazione inserita nel progetto GEMONA CITTA’ DELLO SPORT E DEL BEN STARE e che vede la partecipazione attiva di numerosi enti e associazioni.
La competizione decreterà il campione italiano per l’anno in corso ma, grazie alla formula “Open”, vi potranno partecipare piloti provenienti da tutto il mondo. Già numerosi infatti sono gli iscritti da varie nazioni tra le quali Austria, Polonia, Repubblica Ceca, Slovenia, Scozia, Ucraina, Germania, Svizzera e Russia. Tutte le gare in programma seguiranno la formula “Cross Country”, ovvero distanza con boe di riferimento. Questa formula, ormai la più usata nelle gare internazionali, prevede dei percorsi che i piloti devono compiere nel minor tempo possibile. In una singola prova il tema di gara può variare da 60 a 200 chilometri, il tempo necessario ai piloti più veloci per coprire tali distanze, sfruttando esclusivamente le correnti ascensionali e può variare da una a sei ore.
Grande attenzione è stata dedicata dagli organizzatori alla visibilità dell’evento: grazie ai “Live Tracking Device”, i trasmettitori satellitari che verranno installati a bordo dei deltaplani, sarà possibile seguire la gara negli atterraggi ufficiali e sul web in diretta, ma anche sulle reti televisive locali. Questi dispositivi sono hanno anche una non secondaria funzione di sicurezza: in ogni momento infatti l’organizzazione conoscerà l’esatta posizione dei mezzi in volo.
L’evento, in sé molto emozionante, sarà affiancato da numerose attività collaterali tra le quali i diversi sport protagonisti del progetto che da Gemona ha coinvolto numerosi comuni della Carnia, ma anche momenti di intrattenimento, di gastronomia e di cultura programmati dagli organizzatori.
Oltre cinquanta saranno i volontari coinvolti nella manifestazione, “è bastato un fischio – riferisce Luigi Serravalli, presidente di Volo Libero Friuli e responsabile dell’iniziativa – e decine di persone hanno offerto il loro sostegno con serietà ed entusiasmo”.
Il programma prevede di sfruttare, a seconda delle condizioni meteorologiche, le partenze del monte Cuarnan (Gemona) e del monte Val Secca (Crostis – Ravascletto), mentre gli atterraggi ufficiali saranno quelli di Bordano, di Cercivento e, grazie alla collaborazione del “Centro Volo Nord-Est”, anche il campo volo di Enemonzo. Sarà importate, per quanti vorranno seguire la spettacolare competizione, visitare il sito internet www.vololiberocarnia.it in modo da conoscere, giorno per giorno, dove si svolgeranno le singole prove. Sullo stesso sito è inoltre possibile contattare l’organizzazione per prenotare voli in biposto, sia in deltaplano che in parapendio, disponibili per tutta l’estate. Tante le proposte vacanza su misura per assaporare gli ampi spazi naturali, a tratti ancora selvaggi, tra vette rocciose e valli verdissime dove poter praticare innumerevoli attività all’aria aperta. Per il periodo del Campionato pacchetti a partire da 47 euro.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *