4 tradizioni da scoprire a Venezia

4 tradizioni da scoprire a Venezia

Venezia è una città bellissima e conosciuta in tutto il mondo per i suoi canali, il Carnevale e la Biennale.  La città si presta benissimo a tipi di vacanza diversi, la si può girare in gondola, si possono visitare i musei o fare shopping nelle tipiche botteghe. Molte guide online, come Viaggiare Venezia, e cartacee propongono differenti itinerari.

Non bisogna dimenticare però che Venezia è una città molto antica e in quanto tale è ricca di tradizioni che si tramandano da secoli. Quindi oltre al Carnevale, ci sono altre feste che si ripetono ogni anno davanti agli occhi sognanti di turisti e veneziani; perché non organizzare una vacanza nella Serenissima in concomitanza con uno di questi festosi eventi?

Festa di San Marco

Il 25 Aprile è una data ben nota in tutta Italia, si festeggia la liberazione dal nazismo e fascismo. A Venezia però si aggiunge anche una tradizione ben più antica: la festa di San Marco, santo patrono della città.

In questo giorno si svolge una processione nella Basilica San Marco, tale commemorazione si svolge dai tempi della Repubblica Serenissima, fin da quando le reliquie di San Marco furono trasportate a Venezia nel 828.

Sempre il 25 Aprile è inoltre tradizione centenaria donare un bocciolo di rosa rossa alla propria fidanzata o moglie, in segno di amore puro ed imperituro (Festa del Bocolo).

Festa della Sensa

Da più di mille anni si svolge a Venezia la festa della Sensa, una splendida tradizione che celebra il matrimonio di Venezia con il mare. Questa celebrazione nacque con per festeggiare due importanti vittorie della flotta della Repubblica Veneziana (vittorie avvenute nell’anno 1000 e 1177).

Ogni maggio, nel giorno dell’Ascensione, le autorità civili e religiose navigano fino a S. Nicolò, dove effettuano il lancio dell’anello d’oro nella laguna. In tutta la città si svolgono numerose eventi e regate che attirano milioni di visitatori e rendono la Sensa una delle tradizioni più ricche di sfarzo di Venezia.

Su e zo per i ponti di Venezia

Ogni primavera, in una domenica di marzo o aprile, un gran numero di veneziani e non si ritrova per il Su e zo per i ponti di Venezia, una marcia podistica non competitiva che si snoda tra le calli e i campi della città.

È una tradizionale passeggiata di solidarietà a cui possono partecipare persone di tutte le età ed un’occasione unica per trascorrere una giornata all’aria aperta e scoprire tutti i sestieri di Venezia. La partenza è al Ponte della Paglia e l’arrivo in Piazza San Marco.

Festa del Redentore

Un’altra festa da non perdere è la tradizionale Festa del Redentore che si svolge la terza domenica di Luglio. In questa occasione viene costituito un ponte votivo di barche che collega Venezia all’Isola della Giudecca (dove si trova la chiesa del Redentore).

Già dal sabato sera affluiscono nel canale della Giudecca centinaia di barche decorate, su cui le persone ceneranno e festeggeranno. Alle 23.30 uno spettacolo pirotecnico illumina la laguna fino a mezzanotte inoltrata, dopodiché le imbarcazioni attendono l’alba al Lido di Venezia.

La domenica poi la festa continua con una regata di gondole.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *